Un incontro in Jazz: Gino Paoli in concerto a Roma in un quintetto jazz

Natale all’Auditorium

- Recording Studio -

“Un incontro in jazz”

con

Gino Paoli – voce

Flavio Boltro – tromba

Danilo Rea – pianoforte

Rosario Bonaccorso – contrabbasso

Roberto Gatto – batteria

DOMENICA 26 – LUNEDI 27 – MARTEDI 28 DICEMBRE

SALA PETRASSI ORE 21, AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

BIGLIETTI DA 20 A 30 EURO

Tra gli appuntamenti di fine 2010 che l’Auditorium Parco della Musica di Roma ha riservato per il suo pubblico, sono da non perdere tre incredibili serate dal sapore unico e speciale: tre appuntamenti con “Un incontro in jazz”, quintetto formato da Gino Paoli alla voce, Danilo Rea al pianoforte, Rosario Bonaccorso al contrabbasso, Roberto Gatto alla batteria e Flavio Boltro alla tromba.

Una performance che si preannuncia una magica alchimia tra i migliori jazzisti di oggi e uno dei più grandi poeti della musica italiana, che si ripeterà il 26, 27 e 28 dicembre.

Le registrazioni delle tre serate diventeranno presto un album, la cui uscita è prevista a febbraio 2011, che fa seguito al fortunatissimo “Milestones”, primo progetto discografico di questa formazione, che, divenuto tournée, dal 2007 continua a riempire i teatri.

Se in “Milestones” erano protagonisti alcuni dei più celebri brani di Gino Paoli arrangiati in chiave jazz con l’aggiunta di qualche classico di genere, per questa prestigiosa quanto incredibile seconda jam session sono previsti brani inediti, scritti da Gino Paoli per i testi e da Danilo Rea, Rosario Bonaccorso, Roberto Gatto e Flavio Boltro per le musiche, e pezzi tratti dal repertorio internazionale.

Celebrati l’anno scorso i cinquant’anni di carriera con la pubblicazione dell’album di inediti “Storie” e della doppia raccolta “Senza Fine” in cui ha ripercorso e riproposto i brani più significativi della sua lunga storia musicale, con “Un incontro in jazz” Gino Paoli si mette ancora una volta a disposizione della Musica con l’ironia e la poesia che da sempre lo contraddistinguono, forte dei grandi nomi jazz che lo affiancano in questo quintetto.

A partire da Danilo Rea, celebre pianista jazz che si è esibito in tutto il mondo e che, per la musica pop, ha suonato con artisti quali Mina, Claudio Baglioni e Pino Daniele, collaborando, tra gli altri, con Domenico Modugno, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Gianni Morandi e Adriano Celentano. Rosario Bonaccorso è uno dei più autorevoli e rappresentativi musicisti jazz d’Europa, che per dieci anni ha militato musicalmente in Francia nella famosa band di Stefano di Battista, nel Trio Visions con Ferra e Sferra, e ancora nei gruppi di Eric Legnini, Dado Moroni e Roberto Gatto. Quest’ultimo, batterista di “Un incontro in jazz” è uno dei più interessanti batteristi e compositori in Europa e nel Mondo, tanto che è esibito recentemente nella prestigiosa sala della Town Hall a New York. Numerose sono le collaborazioni con artisti come Steve Lacy, Johnny Griffin, George Coleman, Dave Liebman, Phil Woods, James Moody, Tony Scott, Billy Cobham, Richard Galliano, Pat Metheny. Da anni si dedica anche alla composizione di musiche da film realizzando, insieme a Maurizio Giammarco, la colonna sonora di “Nudo di donna” per la regia di Nino Manfredi, ed insieme a Battista Lena quelle di “Mignon è partita” di Francesca Archibugi e di “Verso Sera” e “Il grande cocomero” della stessa Archibugi.

Flavio Boltro, eletto “miglior talento” dalla rivista Musica Jazz nel 1984, è uno dei migliori trombettisti italiani, che anche lui, come a Rosario Bonaccorso, per anni ha fatto parte del quintetto di Stefano Di Battista.

Con questo triplo appuntamento “Un incontro in jazz” inaugurerà così “Recording Studio”, una nuova iniziativa della Fondazione Musica per Roma che darà la possibilità a pubblico e appassionati di entrare in studio di registrazione con gli artisti della Parco della Musica Records seguendo e ascoltando dal vivo l’incisione di nuovi dischi.

Condividi.