Valeria e Dario ci presentano Rock Me! programma di Radio Vertigo One

rock-me-radio-vertigo1

Rock Me! è, come si evince dal titolo, un programma di musica rock, alternative, hard & heavy che va in onda ogni lunedì dalle 15 alle 16 su Radio Vertigo One, prima web radio ad essere stata registrata in Italia. E’ possibile ascoltare le trasmissioni da pc, smartphone, tablet. Valeria Marchese e Dario Fiume ci raccontano com’è nata quest’esperienza.

Ci presentate brevemente il vostro programma?
Valeria Marchese: Il programma si chiama “ROCK ME”. Il nome prende ispirazione da We Will Rock You dei Queen, il mio gruppo preferito. Abbiamo un’ora dalle 15 alle 16 (ma, visti gli ascolti, probabilmente i giorni diventeranno due..) sulla prima web radio registrata in Italia che è Radiovertigo1.com. Grazie al web potete, non solo ascoltarci, ma anche vederci in webcam e comunicare con noi in tempo reale grazie alla nostra boxline. Passiamo solo rock e metal dalle origini (e quindi anche rock anni ’50 con Elvis, Jerry Lee Lewis ecc..) fino ai giorni nostri anche se, lo ammetto, abbiamo una preferenza per gli anni 70 e 80…almeno io.
Dario Fiume: Io oltre a non disdegnare assolutamente le origini sono anche molto orientato sulle nuove band contemporanee e sulle nuove sonorità, mi piacciono i generi un po’ sperimentali con le nuove sonorità elettroniche tipo Muse, 30 Seconds To Mars, giusto per citare i più famosi. Ci sono puntate a tema, speciali su un’unica band con le curiosità sulle canzoni, su come nascono, le chicche dei vari album e della vita degli artisti, oppure un mix di canzoni ma sempre con un filo conduttore che può essere il genere o gli anni o tutto quello che ci viene in mente.

Qual è l’idea che sta alla base del programma e l’obiettivo che si propone di raggiungere?
Valeria e Dario: “ROCK ME vuol dire “scuotimi” e noi vogliamo scuotere chi ci ascolta, facendo arrivare non solo i pezzi più commerciali ma anche quelli più ricercati, le collaborazioni tra i vari artisti, i pezzi che non ti aspetti… Vogliamo che la musica che tanto amiamo arrivi a tutti e che chiunque ci ascolti (ormai con le nuove tecnologie le webradio si possono ascoltare anche da smartphone, iPad, pc, autoradio ecc..) non possa fare a meno di saltare con noi (cosa che facciamo davvero in puntata!). La musica non dovrebbe limitarsi solo all’ascolto del pezzo commerciale, ma dovrebbe essere anche conoscenza artistica di chi scrive, compone, come lo fa e perché. Allora l’ascolto di un pezzo prende vita e ha un senso davvero forte…

Quando è nata la vostra passione per la radio?
V: La musica è sempre stata, per me, parte fondamentale della mia vita e, nel limite del possibile, seguivo in concerto le mie band preferite in giro per l’Italia. La radio è arrivata nel 2006 quando ho iniziato a lavorare per il Gruppo Finelco che comprende RadioMontecarlo/105 e Virgin. Ero il centralino per i giochi degli ascoltatori, l’assistente di studio e seguivo le dirette. Un’esperienza bellissima dove ho imparato molto e conosciuto persone straordinarie. Poi sono approdata a RadioGold di Alessandria con il mio primo programma da speaker: una rubrica di cinofilia (sono educatore cinofilo professionista riconosciuto CONI-CSEN) in cui davo consigli su come educare i nostri cagnolini. Quindi è arrivata RadioMondo, un fm che si può ascoltare in tutta la Pianura Padana e per la quale faccio la redazione per il programma “106 pour le club” che verte sull’house music…ma io mi occupo solo delle notizie eh! Infine ecco l’occasione per Radiovertogo1: ROCK ME nasce dalla mia passione per il rock ed è stato ideato e inizialmente condotto da me. Adesso mi affianca anche il bravissimo Dario, un ottimo batterista che suona in più band e ha una cultura musicale sconfinata.
D: Fin da piccolo la musica è stata parte della mia educazione, ascoltavo la radio con i miei genitori in ogni nostro spostamento in auto e ascoltavo di tutto. Adoravo Michael Jackson! avendo uno zio musicista fin da subito hanno iniziato a girare a casa prima un pianoforte poi la chitarre e infine la mia batteria, negli ultimi anni ho deciso di provare a trasformare la mia passione in un lavoro e a dedicarmi a tirar fuori il mio senso artistico attraverso l’immagine e il mio modo di fare e vivere la musica, finché è spuntata la Vale: con un entusiasmo che riscontro in pochi, e grazie al quale è nato subito un fantastico feeling, mi ha portato a Radio Vertigo1 come sua spalla per raccontare la musica anche dal punto di vista non solo di chi la ascolta ma da chi ha la fortuna e il piacere di poterla fare… quindi sto imparando a stare in radio, cosa che mi piace molto…

Quali sono i ricordi migliori associati al programma? Quale l’episodio più curioso che vi è mai capitato?
V: “Il programma è relativamente recente quindi posso dire che, per ora, il ricordo migliore è stata l’intervista a Stef Burns, conosciuto in Italia come il chitarrista di Vasco ma che vanta collaborazioni con Alice Cooper e moltissimi altri. Ero molto emozionata! Mentre la scena più trash in effetti è stata la Neknomination in cui ho dovuto cantare in diretta un pezzo di Nek per il famoso giochino ideato dal Trio Medusa di Radio Deejay che ha coinvolto con nominations varie, gli speaker di quasi tutte le radio in Italia…C’è un video in giro di questo io mi auguro si possa bruciare!
D: Bhè io “vanto” solo tre puntate in radio, ma in linea con il fatto che la strada della musica è molto in salita e bisogna sudare, ho iniziato subito a farlo dalla prima puntata spingendo la macchina in panne della Vale per le vie attorno alla radio poco prima dell’inizio della mia puntata d’esordio, ripensandoci rido ancora… Il trauma successivo è stato riascoltare la mia voce sulla registrazione di fine puntata…

Quali sono invece i vostri 3 dischi e i 3 concerti della vita?
V: Io rimango molto sul classico e gli album fondamentali per me sono decisamente il “Live at Wembley” dei Queen, il “Made in Japan” dei Deep Purple e “Fear of the Dark” degli Iron Maiden. I concerti…solo tre? Ok…Paul Mc Cartney a Roma ai Fori imperiali (si dice ci siano state 150mila persone..) nel 2003, Rolling Stones a San siro nel 2006 e i Queen+Paul Rodgers a Milano e Roma nel 2008…e però anche gli AC/DC a Milano nel 2009!
D: The Black Parade, My Chemical Romance; Dookie, Green Day; Bad, Michael Jackson. Ma ce ne sarebbero altri… Concerti direi AC/DC data di Nizza nel 2010, Dream Theater nel 2009 con gli Opeth di apertura e My Chemical Romance a Milano nel 2011.

Obiettivi che vorreste raggiungere da qui a 5 anni per il programma?
V: Beh credo di poter parlare per entrambi se dico che vorremmo crescere sempre di più, arrivare a più persone possibili…stiamo già pensando di creare magliette, magari serate, coinvlgere altri artisti…Vorremmo diventasse qualcosa per cui alzarsi la mattina e dire: Ok, vado in radio e anche oggi si spacca tutto! Lavoriamo per migliorare sempre e per divertirci sempre, cosa fondamentale!

Condividi.