Vasco Rossi: Vivere O Niente dal 29 marzo in tutti i negozi

S’intitola “Vivere o Niente” il nuovo, attesissimo album di Vasco Rossi. Si tratta, come anticipato dal singolo “Eh…già“, del disco della maturità da parte del Blasco, in cui però continuano ad esserci tutti gli elementi caratteristici della sua espressività: la rabbia che trent’anni fa lo ha spinto a fuggire dalla noia delle convenzioni, dai confini di provincia troppo stretti, è la stessa che oggi lo incita a nuove sfide per se stesso. Secondo Vasco la fuga è una caratteristica fissa per un’artista: “L’artista cerca sempre di scappare dai posti di blocco del conservatorismo, da tutti i poteri che cercano di farlo stare zitto a ogni costo, la copertina vuole convogliare questo messaggio, mi guardo indietro a guardare i nemici e nonostante pare sia vestito anche bene in realtà sono provocatoriamente trasandato.”

Per questo il titolo “Vivere o Niente”: o ti butti dentro alla vita oppure la subisci. O la possiedi o ne sei posseduto. E’ una questione di scelta personale, non ci sono vie di mezzo, e Vasco ha deciso di provarci sempre e comunque, rappresentando un uomo nuovo: “E’ l’uomo di oggi, senza più fede che accetta il peso e responsabilità della vita senza considerarla un dono ma un caso. Vivrà rispettando innanzitutto sè stesso, quindi la vita fino a quando essa rispetterà lui“.

L’album contiene 12 pezzi, 4 più del solito (e ne sta già scrivendo altri…), musicalmente molto diversi l’uno dall’altro. Stilisticamente c’è ancora e sempre il Vasco sperimentatore, che cerca nella parola la sintesi evocativa o il cortociruito linguistico per rafforzare  un concetto. Con quel pizzico d’ironia che l’ha da sempre contraddistinto.

Di alcune canzoni ha scritto la musica, altre sono nate con la complicità degli storici Guido Elmi e Tullio Ferro, in particolare le ballad. La combriccola del Blasco si chiude con Roberto Casini, Gaetano Curreri e Saverio Grandi, senza dimenticare gli immancabili arrangiamenti di Celso Valli e la new entry di Stef Burns, il suo chitarrista americano.

Il disco è stato registrato fra Bologna (Ods, Open Digital Studio) e Los Angeles (Speak Easy Studio) e vede anche la collaborazione di Saverio Principini.

Ecco la tracklist:

Vivere non è facile
Manifesto futurista della nuova umanità
Starò meglio di così
Prendi la strada
Dici che
Eh…già
Sei pazza di me
Vivere o niente
L’aquilone
Non sei quella che eri
Stammi vicino
Maledetta ragione
Mary Luise (bonus track)
Prendi la strada (bonus track)

Il 2011 per Vasco non sarà solo l’anno di “Vivere o Niente”, ma anche del nuovo colossale tour estivo, che partirà dall’Heineken Jammin Festival l’11 giugno, proseguirà con un poker di concerti a San Siro (Milano), il 16, 17, 21 e 22 giugno, toccherà Messina (Stadio S. Filippo) per la terza volta in 4 anni il 26 giugno, e si concluderà a Roma con due serate consecutive all’Olimpico, i giorni 1 e 2 luglio.

Condividi.