X Factor 6 One Direction e la gara

I One Direction sono stati ospiti a X Factor 6 durante la puntata del 1 novembre 2012. Diciamoci la verità, della gara di stasera in sé non fregava niente a nessuno. La boy band di questi tempi era la vera attrazione. Per masochisti ovviamente, ma anche e soprattutto per schiere di giovanissime scatenate sin dal primo pomeriggio, disperse tra il Teatro della Luna e il Principe di Savoia, dove nel primo pomeriggio la band ha condotto la conferenza stampa. La loro esibizione è durata pochissimo e ha riguardato il pezzo “Live While We’re Young”. Pandemonio in studio, lacrime, deliri e puff spariti in un secondo, senza nemmeno lasciarci il tempo di capire se fossero in playback o meno. Ce ne faremo una ragione. In apertura Scissor Sisters…ma aspettavano già tutti i 1D ovviamente.

Parlando della gara l’eliminato di questa settimana è stato Alessandro (gruppo under uomini capitanato da un’incazzatissima Simona Ventura), al termine del ballottaggio conclusivo che lo ha visto opposto a Romina (gruppo over di Morgan). Sette giorni per essere ripescato e altrettanti Povero.
Globalmente le conferme di X Factor 6 sono state tre: che Chiara, Nice, Ics e Cixi ci sanno fare. Che quando Ics ha interpretato “21st Century Schizoid Man” dei King Crimson (band che conosceva forse il 5% del pubblico della trasmissione…a essere ottimisti) si è davvero goduto.  Che sentire Elio ribadire ogni volta che X Factor vuole trovare la popstar perfetta che riesca a sfondare commercialmente (e chissenefrega della qualità della proposta) ha un po’ smaronato: chiaro, lo fa presumibilmente in tono provocatorio e per sottolineare che in realtà si cercano fenomeni estemporanei e non in primis artisti dotati di talento purissimo, ma alla lunga sta cosa appare per lo meno inadeguata in bocca a chi ha cantato per anni (e con successo crescente e inarrestabile) qualcosa come “si è infilata nel buco del cVlo di nembo kid…morendo…“, con tanto di band di talentuosissimi musicisti a sorreggerlo e a renderlo credibile oltre che invincibile. Alla faccia di scelte commerciali facili, piani marketing e strategie costruite su un biz agonizzante.

Paolo Sisa

Condividi.