X Factor Italia 2014, la seconda puntata Live Show del 30 ottobre

x-factor-italia-2014-seconda-puntata-live-show-30-ottobre

Il secondo Live Show di X Factor Italia 2014, in onda su Sky il 30 ottobre 2014, conferma alcune tendenze e affossa le presenze incerte.
La prima manche vedere esibirsi come primo concorrente il discusso Madh. Fedez è chiaro, in uno dei videolog andati in onda dice “Madh è la mia scommessa. Bisogna andare avanti a cazzo duro“. Sboccato come sempre, ma diretto. E la verità è che Madh è uno di quei concorrenti che alimenta le faide all’interno del programma proprio perché ha del vero talento, che con questa esibizione ha messo finalmente d’accordo tutti. Merito di Fedez che ha scelto una bomba di brano, assolutamente perfetto per il potenziale del suo protetto: “No church in the wild” di Kanye West e Jay-Z. Una figata di esibizione e un suggerimento per la vittoria finale.

 
Poi arriva Mario, tra i favoriti, quello tutto cuore e rabbia che dovrebbe mettere in scacco tutti con la sua spontaneità, e invece Mika che fa? Gli assegna un pezzo di Malika Ayane, l’esatto opposto artistico di Mario. E infatti la performance è terribile, sbagliata, totalmente. Ma niente di irreparabile rispetto ai The Wise, il grande dramma di Morgan per ora in questa edizione. Bello il fatto che sia stata la prima esibizione totalmente suonata live, sì sì, lodevole, ma di cosa stiamo parlando? Morgan stesso ha usato la parola “sconfitti”, pensando di poter tirare fuori un’accezione positiva, ma il guizzo che aveva in mente il loro giudice questi tre ragazzi non sanno neanche cosa sia.

I primi condidati all’eliminazione? I The Wise, manco a dirlo.

La seconda manche parte con istinti omicidi. Perché sentir dire quei presuntuosetti degli Spritz For Fiveci eravamo promessi di non cantare brani dei Queen” e vedere le loro faccine saccenti inorridire di fronte alla parola “rock” e alle folli proposte di Morgan è davvero avvilente. E infatti l’ira di Morgan nelle prove c’è stata, ad un passo dallo sfanculamento totale. Sul palco poi viene fuori un mezzo disastro, ma questo ha anche a che fare con la difficoltà di Bohemian Rhapsody, di cui non son degni. Per fortuna poi arriva Emma Morton, uno splendore che continua a incantare e la sua dolcezza viene finalmente valorizzata dalle scelte di Mika. Che poi viene da pensare… Ma con le meraviglie della musica scozzese (o almeno quelle che conosciamo noi che stiamo di qua), ma chi te l’ha fatto fare di venire qui col rischio finire a cantare un pezzo di Orietta Berti?
Bene anche Riccardo, rientrato in gara grazie ai voti dal web. E viene da azzardare un “meno male ahò”, perché canta divinamente e anche se manca un po’ di personalità, per usare un eufemismo, merita ugualmente quel posto molto più di altri concorrenti e speriamo che Fedez riesca a inventarsi qualcosa di buono. Quello che viene dopo è totalmente trascurabile, fino all’arrivo sul palco di Lorenzo Fragola, che è ancora una volta un protagonista senza alcuna scenografia a supporto.

 
Nominati anche i Komminuet, in ballottaggio con i The Wise. Ed escono i The Wise, nessuna scappatoia.
Finito il secondo Live Show, cosa se ne deduce? Che il buono è quasi tutto per le mani di Fedez e che Morgan quest’anno è destinato a rosicare e giocare tutto sul suo personaggio. E soprattutto che ancora una volta i giudici sono i veri concorrenti di X Factor Italia.

Condividi.