Amarcord #15 – Maggio-Agosto 2011 seconda parte

acdc live at river plate dvd 2011

AC/DC, Avenged Sevenfold, Grant Lee Buffalo, Brian May, Eric Clapton, Jon Bon Jovi, Slash, Robby Krieger, Strokes, Incubus, Iggy & The Stooges, Basilea, Clisson,Londra, Donington. Abbastanza band, artisti e città per cui vale la pena vivere. Questi che seguono sono stati i botti primaverili ed estivi di Outune.net, selezionati da un elenco che fortunatamente diventa sempre più abbondante. Le gite in Inghilterra a Londra sono da qualche tempo diventate la prassi per la redazione, a maggio quattro appuntamenti imperdibili, a partire dal Red Carpet per la premiere del nuovo DVD marchiato AC/DC. La speranza è di rivederli presto anche dalle nostre parti…chi invece dalle nostre parti ci passa mai sono i Grant Lee Buffalo, autori di un concerto per nostalgici intenditori; Eric Clapton ogni tanto qualche escursione la fa, vederlo alla Royal Albert Hall fa però tutto un altro effetto. Brian May invece è diventato oramai un habituè sulle nostre pagine, questa volta in occasione del concerto insieme a Kerry Ellis.

Due video con un giovane leader, M.Shadows degli Avenged Sevenfold, e qualche controversa dichiarazione dell’icona Jon Bon Jovi (che ha fatto inalberare i fans made in USA scatenati nei commenti su Youtube), hanno movimentato i primi giorni dell’estate, che sono entrati nel vivo con il cartellino timbrato anche quest’anno a Donington al Download, per rifarsi di un concerto troppo “basso” dei System Of A Down.

slipknot sonisphere 2011 basel

Rapido trasferimento all’Hellfest di Clisson in Francia, per un happening dal bill clamoroso, bissato a Basilea per il Sonisphere Svizzero che c’ha regalato, tra le altre cose, un’intervista tutt’altro che scontata con i redivivi Limp Bizkit.

Robby Krieger the Doors

Intervista può risultare un termine insufficiente per descrivere le chiacchierate con due Leggende della Musica come James Williamson di Iggy & The Stooges e nientemeno che Robby Krieger dei Doors, compagno di Jim Morrison ai tempi d’oro del Rock.

Nomi di spicco anche quelli degli Strokes e di Brandon Boyd degli Incubus, due act amati da nuove generazioni (con già qualche anno sulle spalle a dirla tutta) che li hanno già visti “a metà” oppure li attendono prossimamente sul palco. Slash non ha bisogno di presentazioni, tanto meno la sua band che ha chiuso nel migliore dei modi una bella edizione del Milano Jazzin’ Festival 2011.

Condividi.