Amarcord #6 – Non è un paese per vecchi (metallari)

In questo numero: Metallica, Megadeth, Slayer, Dream Theater, Motorhead, In Flames, Cradle Of Filth, Cavalera Bros, Opeth, Disturbed, Lamb Of God, Queensryche, Iron Maiden, Judas Priest, Mastodon, Opeth, Manowar, Slipknot, Nightwish, Gamma Ray e molti altri.


La dedizione che da sempre mostriamo al genere nobile del metallo, e sue derivazioni, è da ricercarsi sia nelle radici (di alcuni di noi) da adolescenti satanisti(ci), sia nella convinzione totale della pari dignità (se non a volte effettiva superiorità) tecnico/esecutiva/comunicativa della musica heavy rispetto alla musica mainstream in generale. Questo tuttavia, specialmente agli inizi, ha identificato spesso Outune come un portale fortemente orientato e dedito all’Hard&Heavy. Detto che la rete offre portali dedicati eccellenti che coprono ben meglio di noi le varie sottocategorie del calderone metallico, l’umile compito che ci siamo prefissati con Outune, è stato sin dall’inizio quello di offrire spazio a tutta la musica che lo meritasse. E, da questo punto di vista, è sotto gli occhi di tutti che i gruppi e le personalità da sempre presenti nel metallo, meritano ampia esposizione e attenzione su un qualsiasi giornale online dedicato alla musica che si rispetti, lasciando da parte pregiudizi e luoghi comuni oramai inattuali e vetusti nel 2009.

Dopo questa (pressoché inutile) introduzione, passiamo a bomba ai nomi più rappresentativi che abbiamo avuto l’onore di ospitare sulle nostre pagine. Impossibile non partire dai signori assoluti (e controversi) di questo regno: i Metallica sono riusciti come nessun’altro a sdoganare questo genere presso le masse, il loro ritorno con un disco finalmente convincente (2008) e i loro concerti eccellenti sono stati un appuntamento fisso sulle nostre pagine. I link che vi illustriamo qui sono però relativi a una videointervista filmata a Bologna e a uno speciale sulle due recenti date italiane dell’estate 2009.

Uno che sui Metallica di cose da dire ne avrebbe parecchie, è stato la prima intervista mostruosa effettuata da Outune. Riecco Dave Mustaine e i Megadeth, li stiamo pompando molto è vero, ma vi accorgerete che quando uscirà il nuovo disco “Endgame”, capirete il perché di tutta questa sovraesposizione!

Impossibile non presentare gli Slayer e il loro drummer Dave Lombardo, intercettato sul tour bus prima dell’ultima esibizione milanese nello scorso autunno. Tra poco anche loro torneranno sulle scene con un nuovo disco, e se continuerà ciò che sta accadendo dall’altra parte dell’Oceano, i metallari europei potranno fantasticare sul tour Megadeth/Slayer che imperversa al momento della stesura di questo articolo in Australia…


I Dream Theater hanno un rapporto speciale con Outune, sono infatti l’unica band rappresentata da due videointerviste a distanza di poche settimane l’una dall’altra. Non per niente anche i Theater sono dei leader assoluti nel proprio campo, Mike Portnoy prima e il singer James La Brie poi ci portano nel loro mondo fatto di tempi dispari e progressive metal.

Se parliamo di progressive, non possiamo non citare di contro i Manowar, veri e propri custodi del metallo classico e privo di contaminazioni alcune. Il loro recente ritorno con un Ep interessante c’ha riportato alla mente il mitico Eric Adams che ci salutava poco prima di un concerto che durerà quasi cinque ore.

Un po’ datata ma sempre d’attualità la conference dei Motorhead, vere e proprie leggende dell’hard rock a migliaia di decibel. Recenti anche le loro apparizioni italiane, eravamo a due di queste, dateci un’occhiata.

Leggende magari non a livello di Lemmy e amici, ma sicuramente nel cuore di milioni di fans sparsi nel mondo sono i fratelli Cavalera, autori nei Sepultura di alcune pietre miliari della musica pesante. Eccoli intervistati su un tourbus con temperatura vicina allo zero e corrente totalmente assorbita dal condizionatore (Igor Cavalera) e in un hotel milanese con musica classica e thè come bevanda, prima di un concerto (Max Cavalera).

E i Maiden? Eccoli on stage in una delle migliaia di occasioni in cui sia stato possibile vederli, sono abbastanza irraggiungibili per questioni promozionali, è più facile salutarli nel backstage piuttosto che ottenere qualcosa di più dal loro management, ma magari in questa vita porteremo anche loro su queste pagine…

Non ci siamo dimenticati di passare anche qualche link a gente un attimo più giovane, che tra la disapprovazione dei vecchi e l’entusiasmo delle nuove leve, sta lentamente prendendo in mano lo scettro del metallo del nuovo millennio…tre nomi caldi pescati tra i più in ascesa del momento, chi vivrà vedrà…
Anders Friden degli In Flames
Slipknot dal vivo al Gods Of Metal 2009
David Draiman e i Disturbed

Infine andiamo di wall of txt per segnalare altri articoli (una selezione tra un numero enorme in realtà) che sono caldamente consigliati se in fondo in fondo, anche magari con qualche anno in più, non potete fare a meno della vostra dose quotidiana di metal. KwP.

Helloween

Type O Negative

Jeff Waters, Annihilator

Kai Hansen, Gamma Ray

Scars On Broadway

Amon Amarth

Dani Filth, Cradle Of Filth

Peter Tagtgren, Pain

Satyricon

Trivium

Mikael Akerfeldt, Opeth

Schmier, Destruction

Bobby Blitz, Overkill

Chris Adler, Lamb Of God

Marty Friedman

Eddie Jackson, Queensryche

Bill Kelliher, Mastodon

Korn live 2008

Biohazard live

Morbid Angel in Italy

Priest Feast in Milan

Nightwish live

Heaven And Hell live

Carcass live

Condividi.