Bill Callahan, nel nome del folk

 

Definito da molti il Nick Drake degli anni 90, sicuramente Bill Callahan è da riconoscere tra i migliori songwriter americani degli ultimi vent'anni. La sua fama si deve ad una dozzina di preziosi dischi incisi con lo pseudonimo Smog prima e ultimamente con uno stile scarno e particolare. Callahan, da sempre schivo rispetto al mondo dello spettacolo, espone il suo genio musicale, immerso in storie di fallimento e di fatalismo, continuando a suo modo la tradizione dei cantastorie intimisti americani.

Le sue canzoni hanno avuto la capacità di creare atmosfere dissonanti, ma estremamente armoniche, con sofferte composizioni, pregne di atmosfere desertiche e minimali, di blues sgangherati a tratti country o folk pop.

Ora, abbandonato lo pseudonimo Smog, ha pubblicato un album a suo nome intitolato "Woke On A Whaleheart". Tornerà in Italia per ben 5 date per presentare questo nuovo gioiello:

24/05 Ravenna @ Bronson
25/05 Napoli @ Galleria Toledo
26/05 Roma @ Circolo Degli Artisti
27/05 Milano @ Magnolia
28/05 Torino @ Spazio 211

Condividi.