Carpisa Neapolis Festival

Riceviamo e pubblichiamo.

Il "Carpisa Neapolis Festival" affida l'edizione 2007 alle stelle del rock  italiano e ad alcune delle più belle promesse del rock britannico ed europeo, con un costo del biglietto molto contenuto: non più di 15 euro (più diritti di prevendita) per le prime due giornate di concerti. Location, come negli ultimi anni, l'Arena Flegrea/Mostra d'Oltremare di Napoli.

 

Franco Battiato, Negramaro, Verdena, Tiromancino, Negrita, Digitalism, White Rose Movement, 1990s, The Holloways, Epo, Disco Drive, Who Made Who, I'M From Barcelona, Atari: questi gli artisti che animeranno i giorni precedenti (sin dal pomeriggio a notte).

Giovedi 12 luglio, anteprima del festival con il concerto dei Negramaro. Uscito da pochi giorni, il nuovo album, intitolato "La Finestra", darà ilnome anche al tour, che partirà il 24 giugno e farà tappa in alcune delle arene italiane più suggestive. Tra queste, l'Arena Flegrea di Napoli per unodei festival italiani più noti a livello internazionale.

Venerdi 27 luglio, "partenza ufficiale" del "Carpisa Neapolis Festival" con i Tiromancino di Federico Zampaglione – ormai consolidati come una delle più brillanti formazioni pop italiane (il nuovo album, "L'alba di domani", ha conquistato il disco d'oro in pochi giorni!); l'electro-pogo dei Digitalism, gruppo underground presente quest'anno praticamente in tutti i più importanti festival europei! The Holloways – tra le più interessanti band della nuova scena rock britannica (il loro disco d'esordio, "So This is Great Britain?" ha raccolto ottimi consensi di critica e pubblico). La prima giornata del festival sarà davvero piena di musica: sul palco, anche i danesi Who Made Who, gli svedesi I'M From Barcelona (che hanno appena pubblicato per la EMI Music il nuovo album), gli imperdibili Disco Drive (tra le più coinvolgenti live-band italiane) e gli Atari, tra i migliori della scena underground napoletana.

Sabato 28, il "In Requiem Tour" dei Verdena, che sta riscuotendo un clamoroso successo in tutta Italia; una delle rock band italiane più conosciute, i Negrita; gli inglesi White Rose Movement, con il loro trascinante post-punk/new-wave; gli scozzesi 1990s (vere rivelazioni dell'"indie-rock"!) e gli Epo – tornati quest'anno sulle scene con lo splendido disco "Silenzio Assenso". Nei tre giorni del festival, si esibiranno anche le band finaliste del concorso "Destinazione Neapolis: Joeblow e The Gentlemen's Agreement.

Domenica 29 luglio, chiuderà il festival un inedito "live set" di Franco Battiato: sarà un concerto-happening che alternerà la formazione classica a quella rock – quindi un ritorno alle origini – al punk delle MAB. Con lui: il filosofo, Manlio Sgalambro; Carlo Guaitoli (pianoforte); Angelo Privitera (tastiere e programmazione).

(www.neapolis.itwww.myspase.com/neapolisfestivalpage)

Condividi.