Cominciate le trasmissioni di RocknRollRadio

E’ stata inaugurata il 1 ottobre Rock ‘N’ Roll Radio, l’unica web radio in Italia con un vero palinsesto, conduttori e interazione col pubblico: un passo nel futuro del web 2.0. Le indicazioni per ascoltare RnR radio sono semplici: ci si collega al sito (http://www.rocknrollradio.it) oppure si scarica – gratis e in pochissimo tempo – una toolbar che consente l’accesso da qualsiasi portale o piattaforma internet.

La toolbar funziona sia su PC che Mac e persino Linux, ed e’ anche motore di ricerca, a prova di virus e di qualsiasi forma di spyware. E’ compatibile con Internet Explorer, Mozilla Firefox, Safari.
Questo il link per scaricarla: http://rocknrollradio2.ourtoolbar.com

Rock ‘N’ Roll Radio viene presentata così: “Attualmente le web radio costituiscono una scommessa per il futuro, siamo in attesa dell’espansione del wi-fi ed è innegabile che oggi in Italia soffriamo di limiti tecnologici: senza una connessione internet non libera è difficile raggiungere tutto il nostro pubblico che potenzialmente e’ enorme. In attesa degli sviluppi dei servizi, per sostenere le trasmissioni, abbiamo una banda larga che favorisce la connessione contemparanea di più di 5.000 spettatori, persino alcuni colossi radiofonici non sono in grado di avere cosi’ tanta copertura sul web”

Il futuro e’ qui e comincia adesso, dal 1 ottobre: www.rocknrollradio.it

Rocknrollradio.it nasce dall’esperienza pluriennale della Rock Planet Productions e si unisce al marchio Rock’N’Roll, già attivo nei locali di Milano, Rho e Romagnano Sesia. Porta con sè nomi e volti storici della musica rock italiana: il direttore artistico Max De Riu e lo speaker Edo Rossi (entrambi ex Rock FM), Ketty e Alteria – volti di Rock TV – ed il grande Pino Scotto, saranno solo alcune delle voci ufficiali di www.rocknrollradio.it.

Do you remember Rock’n’Roll Radio?
Il Rock’N’Roll non ha confini: per questo, a settembre, nasce Rock’N’Roll Radio.
L’esperienza di Rockplanet, che vanta anni di ascolto, produzioni, gestione di locali ed eventi, si fonderà con la magia della radio e con la competenza di chi la radio l’ha fatta per anni. La febbre del rock è inarrestabile e la realtà Rock’N’Roll – in 2 anni – si è dimostrata una forza della natura. Dopo i tre locali (Milano, Rho e Novara) divenuti in brevissimo tempo luoghi di “culto” per gli appassionati del genere di tutto il nord Italia, da settembre il “verbo del rock’n roll” sarà diffuso in rete grazie alla web radio 100% rock’n’roll.

E’ stata battezzata Rock’N’Roll Radio come omaggio all’omonima canzone dei Ramones e perché, in fondo, il nome più immediato è quello vincente. I nomi dei conduttori, delle programmazioni e i palinsesti sono quasi tutti pronti e presto verranno svelati. Basti sapere che la direzione artistica sarà affidata alla voce storica di Rock FM Max De Riu e, fra i conduttori, sarà presente il “gotha” della musica rock italiana (Pino Scotto è fra le prime conferme). Un’ondata di rock, dal 30 settembre per tutti i giorni, 24 ore su 24.

E’ ancora una sorpresa il palinsesto, per quanto riguarda i programmi. Uno solo è certo, ovvero quello del suo direttore artistico Max De Riu che ha scelto di chiamare il suo spazio “Mad Max” esattamente come il suo programma storico su Rock FM. Un tributo all’esperienza e una voglia di continuare un filo logico e musicale permeato di puro rock’n’roll.

Questi i commenti dei due ideatori del progetto in merito alla nuova radio:
Davide Mozzanica (fondatore e responsabile di Rock Planet Produtctions): “Dopo tutti questi anni dedicati al rock nei locali milanesi e non, abbiamo finalmente avuto l’opportunità di far ascoltare una radio completamente alternativa che non disdegnerà i grandi nomi del rock mondiale ma sicuramente darà spazio a tutte quelle realtà emergenti, nazionali e non solo”.
Max De Riu: “Sono convinto che il discorso della web radio sia una chiave legata al futuro. Ho sempre creduto nel forte impatto che la comunicazione attraverso la radio ha sempre avuto. Con la Rock’N’Roll Radio proveremo a rivivere questa esperienza attraverso il web che è ancora una sfida dal punto di vista tecnico e di infrastrutture per gli utenti. Far affezionare gli ascoltatori al computer come è stato con la radio fino ad oggi, è uno dei nostri obiettivi.”

 

Condividi.