Esce il 15 settembre il nuovo di Nanni Svampa

Riceviamo e pubblichiamo.

Importanti novità per il poliedrico rappresentante del cabaret musicale milanese e della canzone d'autore NANNI SVAMPA. Sabato 15 settembre esce, infatti, il suo nuovo doppio album in omaggio alla canzone milanese d'autore dagli anni '30 agli anni '70, dal titolo "MA – MI". Il disco, in uscita per la Retro/Recording Arts, sarà presentato dall'artista, con la presenza di Antonio Mastino e Sante Palumbo, alla FNAC di Milano – via Torino (ang. Via della Palla) sempre sabato 15 settembre (ore 18.00, ingresso libero, infoline: 02 869541, www.fnac.it). Il cantautore milanese sarà anche al Piccolo Teatro Studio di Milano dal 22 settembre al 2 ottobre per uno spettacolo dedicato al più grande poeta umorista della canzone del XX secolo, Georges Brassens, dal titolo "OMAGGIO A BRASSENS".

 

"MA MÌ" è un doppio album composto da 12 brani per disco che rappresenta un omaggio alla canzone milanese d'autore, un'antologia dei brani più significativi scritti e pubblicati fra gli anni '30 e gli anni '70. Il titolo dell'album  deriva dalla canzone di Strehler e Carpi "Ma Mì", che è stato l'inno di Milano dal dopo guerra in poi, dopo "Madunina" e "Porta Romana". Il primo disco contiene omaggi alla canzone milanese dagli anni '30 (anni in cui avviene proprio la grande diffusione della canzone italiana e milanese in particolare) in poi, mentre il secondo disco è un'omaggio all'esplosione della nuova canzone milanese dei cabaret anni '60/'70.

Così NANNI SVAMPA spiega la nascita di questo disco: "Nel selezionare i gruppi di canzoni di questa antologia ho seguito due criteri: innanzi tutto la scelta degli autori e dei brani tenendo conto o della popolarità o dell'originalità dei testi; poi quello cronologico, con l'evoluzione degli stili musicali nelle varie epoche. A questo proposito il contributo di Sante Palumbo (jazzista, arrangiatore e pianista con lunga esperienza di accompagnamento dei più grandi cantanti) è stato prezioso e determinante, oltre che originale. Così come tutta la musica leggera italiana ha sempre vissuto di tradizione, ma anche  di giusta contaminazione con stili e ritmi di altri paesi, anche la canzone milanese si è snodata negli anni che abbiamo rappresentato, fra valzer, stornelli, tango, swing, dixi, bossa nova, ritmi caraibici, atmosfere jazz, etc. Con la falsa modestia che mi contraddistingue ho inserito una sola mia canzone, in chiusura."
Con "OMAGGIO A BRASSENS" (dal 22 settembre al 2 ottobre) SVAMPA torna sul palco del Teatro Piccolo di Milano dopo il suo utlimo spettacolo dedicato al grande poeta umorista della canzone europea "Concerto per Brassens" del 1968.
L'ex gufo porterà in scena uno spettacolo raffinato, accompagnato dal chitarrista concertista Antonio Mastino, dedicato a Brassens, sua eterna passione. Sono note ed amate da più di trent'anni le traduzioni in lingua dialettale milanese che SVAMPA ha interpretato e interpreta con largo successo di pubblico e di critica (dal "Gorilla" al "Bamborin", da "La Rita" ai "Tromboni", da "La vocazion" a "La Cesira", dal "Rotamatt" a "La prima tosa").
Oggi SVAMPA, dopo aver maggiormente approfondito negli ultimi anni la conoscenza dello stupendo mondo di Brassens, presenta anche bellissime versioni in italiano di canzoni non ancora rivisitate e la lettura di testi poetici e umoristici nella traduzione letterale italiana. Un ricco e articolato programma in omaggio al grande "Tonton Georges", maestro non solo di SVAMPA, ma di numerosi cantautori italiani (primo fra tutti Fabrizio De André).

www.piccoloteatro.org. – www.nannisvampa.com

Condividi.