Gubbio No Borders, Italian Jazz Festival

Torna tra le mura di una delle più belle città medievali Gubbio No Borders Italian Jazz Festival alla sua quinta edizione con la direzione artistica di Massimo Manzi. L'appuntamento di quest'anno sfoggia un grandissimo nome, quello di Kenny Wheeler che, con la Colour Jazz Orchestra, si esibirà l'11 agosto. Gubbio No Borders, però, come ha rimarcato Massimo Manzi, nella presentazione del cartellone, continua a essere un festival che intende
privilegiare il jazz italiano, portando all'attenzione del grosso pubblico nomi noti ma anche giovani promesse, e in questo senso le serate che si succederanno dal 5 al 17 agosto vedranno un bel mix di presenze: in una delle  più belle piazze eugubine, Piazza Bosone,  si esibiranno Francesca Sortino, Paolo Fresu in trio con Antonello Salis e Furio di Castri, Javier Girotto & Aries Tango. Il quartetto di Emanuele Cisi fornirà la colonna sonora dal vivo alla proiezione di Ultimo Tango a Parigi, presentato da Bernardo Bertolucci. Antonella Ruggiero sarà al Teatro Romano la sera di ferragosto con Renzo Ruggieri Group, mentre per la sezione Fratello Blues la Sounds Ville Blues Band inaugurerà per il Festival la centralissima Piazza Oderisi. Gran finale in Piazza Grande con la Premiata Forneria Marconi il 17 agosto. Inoltre: la Sezione Satira che vede David Riondino e Dario Vergassola al Teatro Romano la sera del 13 agosto, e quella Terra Mia, quest'anno dedicata alla danza, prevista invece al Teatro Comunale il 10 agosto. Il primo assaggio domenica 18 giugno, quando nella Piazza di San Giovanni recentemente restaurata da Gae Aulenti la voce solista di Pia Mora ha rivisitato in chiave jazz  le canzoni di Lucio Battisti, accanto a lei,
grandi nomi del jazz agli strumenti: Stefano Mora- contrabbasso, Massimo Manzi- batteria, Ramberto Ciammarughi- pianoforte, Samuele Garofoli- tromba.

http://www.gubbionoborders.it/

Condividi.