Il futuro prossimo degli Iron Maiden

Il nostro infiltrato speciale Lorenzo Rigamonti, butta sul tavolo una serie di informazioni molto interessanti per il prossimo futuro di uno dei gruppi metal più amati al mondo. Ecco cosa potrebbe accadere nei prossimi mesi nell’universo Iron Maiden. Ovviamente molti elementi sono tuttora in lavorazione e nei prossimi mesi arriveranno le conferme del caso, ecco comunque i possibili sviluppi che seguirebbero la conclusione del recente tour di supporto all’ultimo album.

Gli Iron Maiden stanno terminando in questi giorni il loro tour di supporto al nuovo album “A matter of life and death” che vedrà la sua data conclusiva il 23 dicembre all’Earls Court di Londra. Le 28 date europee hanno registrato sold out ovunque e come ben si sa il set è stato composto dall’intero nuovo album più 5 classici della storica band inglese. Contrariamente a quanto si vociferava però, il 2007 non sarà un anno in cui gli Iron Maiden resteranno con le mani in mano, ma anzi sarà l’occasione per esplorare nuovi territori.
Infatti per quanto ci è dato a sapere la band inglese tornerà on the road già da Marzo 2007 quando il tour potrebbe partire addirittura dall’India uno dei pochi paesi in cui il combo britannico non ha ancora suonato (e dove tra l’altro il nuovo album si è piazzato molto bene in classifica). L’ottica parrebbe quella di toccare nuovi mercati ed in questo senso, oltre all’India pare certa la loro partecipazione al Desert Rock festival di Dubai il 9 Marzo 2007. La Cina, altro paese nel quale gli Iron Maiden non hanno mai suonato pare essere nella lista dei desideri e degli shows in quel paese dovrebbero essere in trattativa così come l’organizzazione di nuovi voli pilotati da Bruce Dickinson in persona.
Oltre a questo inizio di tour in cui la band toccherà quindi nuovi mercati e paesi e tornerà in posti in cui non suonano ormai da anni (le possibilità per qualche data in Australia sembrano più concrete ora che in passato) ci sarà di nuovo spazio per l’Europa verso maggio e giugno. Mentre nel Nord Europa l’unico paese in cui dovrebbero suonare è L’Estonia, in un festival open air a Tallin, saranno molteplici le date nel continente europeo, con almeno una data in Germania e con la presenza ormai solo da confermare al Download Festival a Donington in Inghilterra. Molti altri sono i paesi in trattativa, Belgio e Polonia su tutti mentre resta ancora da stabilire se nel 2007 la band toccherà anche l’Italia. La band a cui piacerebbe fare delle date isolate, non quindi in festival particolari ma più con una loro organizzazione, sta tuttora finalizzando gli ultimi dettagli del tour che dovrebbero essere annunciati nel periodo natalizio.
Le possibilità che tocchino il Nord America invece sono solamente quelle di pochi shows in posti selezionati in cui non dovrebbe mancare il Canada.
La scaletta sarà certamente differente da quella dell’ultimo album tour, verranno aggiunti alcuni classici della band e probabilmente verranno mantenute alcune canzoni dall’ultima fatica studio della band in modo da rendere il set più equilibrato e completo anche a beneficio di quei paesi in cui non hanno mai suonato o che non li vedono protagonisti da molto tempo.
Per quanto riguarda il futuro poi è ormai confermatissimo per il 2008 il secondo tour di supporto ai dvd relativi alla storia degli Iron Maiden che dovrebbero essere in uscita nella seconda parte del 2007. Come già annunciato in diversi shows da Bruce Dickinson il tour del 2008 riporterà in vita lo stage set del World Slavery tour e anche il materiale che verrà suonato sarà quello di quegli anni (Live After Death docet) con il possibile inserimento di una manciata di canzoni da Somewhere in Time e Seventh son of seventh son. Per queseto mastondotico spettacolo nel Nord Europa la band suonerà certamente nei grandi stadi come l’Ullevi di Gothenburg, lo Stockholm Stadion, il nuovo stadio di Helsinki e via dicendo mentre per quanto riguarda il nostro paese le scelte saranno le solite: o uno dei due festivals principali italiani oppure un grande concerto in uno stadio italiano…non resta che attendere.
Gli Iron Maiden con questi piani confermano quindi la loro intenzione di dare vita a tour più corti ma più frequenti, pescando un po’ da tutti i periodi del loro repertorio. Se le prestazioni offerte saranno ancora sul livello degli ultimi due shows tenuti a Milano il 2 e 3 dicembre ci sarà sicuramente da divertirsi.

Special thanx to Lorenzo Rigamonti

Condividi.