Jazz Ascona 2006

L'ombra dell'uragano Katrina, che l'estate scorsa ha devastato la capitale mondiale del jazz, accompagnerà l'edizione 2006 del festival JazzAscona New Orleans & Classics. E non poteva essere altrimenti, considerato lo stretto legame tra il festival asconese e la "Crescent City" adagiata sul delta del Mississippi: nei giorni successivi all'uragano che ha distrutto l'80 per cento della città, il direttore artistico di JazzAscona Nicolas Gilliet ha subito promosso una raccolta di fondi per aiutare i musicisti di New Orleans che in quei tragici giorni hanno perso tutto e sono rimasti disoccupati.

La 22ma edizione del festival sarà dunque tutta all'insegna della solidarietà con la capitale della Louisiana e proprio per questo JazzAscona 2006 ha deciso di invitare un gran numero di band e musicisti originari di New Orleans. Molti di loro si esibiranno con formazioni europee, musicisti bianchi e di colore insieme sul palco per realizzare quello spirito di fratellanza nella musica che trova una perfetta rappresentazione nel poster scelto per l'edizione 2006 del festival, sul quale il trombettista di New Orleans Leroy Jones è ritratto con la band europea degli Storyville Shakers. All'insegna della rinascita dopo la catastrofe è anche lo slogan dell'edizione 2006, "Let's play it again!", che tradotto significa "Suonare insieme, nuovamente!".

Suonare insieme per aiutare la città sul delta del Mississippi e culla del jazz a ritrovare la sua vitalità musicale e per impedire la sua tradizione musicale, seriamente minacciata dalla devastazione dell'uragano Katrina, non vada perduta.
Ma veniamo alla programmazione musicale, che sulla scia dello scorso anno vedrà esibirsi una quarantina di band per un totale di 250 musicisti e oltre 400 ore di musica rigorosamente live. Molte le novità per questo 2006, tra cui spiccano anche alcuni grandissimi ritorni, ma il piatto forte è costituito dall'idea di far suonare gli interpreti più rappresentativi della tradizione di New Orleans insieme a band europee. Così sui palchi del festival e nelle piazze del borgo il pubblico potrà ritrovare il quintetto del grande trombettista Leroy Jones, uno dei musicisti simbolo di Ascona; le New Orleans All Stars di Mark Brooks, ottimo bassista e cantante che nel corso della sua carriera vanta collaborazioni prestigiose con artisti del calibro di Fats Domino, Henry Butler e i Neville Brothers; e poi ci saranno i New Orleans Jazz Giants capitanati da Mark Braud, giovanissimo talento della tromba, e molti altri ancora. Stelle di New Orleans che per l'occasione saranno affiancate da una serie di band europee, tra cui va segnalato il graditissimo ritorno di alcune formazioni che hanno fatto la storia delle ultime edizioni del festival, come la Sammy Rimington's New Orleans Jazzband, gli Swingcats, la Maryland Jazzband of Cologne, la band bernese Wolverines Jazzband, l' Happy Feet Brass Band e i Ginger Pig. E poi, naturalmente, grandi conferme come quella della magica tromba del newyorchese Warren Vaché o del sassofonista Harry Allen, e come quello della band che lo scorso anno ha saputo ammaliare con la sua energia e il suo sound elettrizzante fatto di rhythm & blues e di soul, il pubblico del lungolago, i Just Another Band, formazione guidata dai fratelli Kevin e Roy Bennett.

Il cartellone 2006 di JazzAscona si caratterizza poi per una preziosa lista di cantanti: c'è grande attesa per la grandissima Annie Ross, resa celebre negli anni '50 dal suo sodalizio con Lambert e Hendricks e che in  carriera ha lavorato con personaggi del calibro di Charlie Parker, Louis Armstrong, Quincy Jones, Count Basie e altri miti del jazz. Per l'occasione, Annie Ross si esibirà nel quintetto del trombettista Warren Vaché. Molta curiosità quindi per le due new entry Spanky Wilson e Joke Bruijs, alla loro prima partecipazione, mentre una conferma verrà certamente dalle splendide voci di Lilian e Tanya Boutté che ogni anno regalano emozioni al pubblico asconese. Attesa, quindi, per il ritorno del mattatore di tante edizioni di JazzAscona, "Big Al" Carson.
Grande musica ed emozioni garantite per un cartellone la cui ricchezza è impossibile da riassumere qui in poche righe: a tutti gli appassionati consigliamo di prendere visione del programma completo sul sito www.jazzascona.com. Il calendario può anche essere richiesto via email all'indirizzo info@jazzascona.com.

Condividi.