Queensryche dal vivo a Milano il 7 giugno

Sul palco dell’Alcatraz i Queensryche si esibiranno in Operation:Mincdrime, sarà la sola occasione in cui lo show verrà eseguito in Italia. Grande ritorno a Milano dopo lo show di fine giugno 2003 per Geoff Tate e compagni, successivo alla pubblicazione dell’album “Operation:Mindcrime II”.

Nel 1981 Geoff Tate, Chris DeGarmo, Michael Wilton, Eddie Jackson e Scott Rockenfield formano i Queensryche. L’anno seguente rilasciano l’omonimo EP autoprodotto, presentandosi al pubblico come semplice heavy metal band.
Il primo full-lenght, ‘The Warning’, arriva nel 1984, dopo la firma di un importante contratto con la EMI. Ma è due anni più tardi che sarà possibile assistere alla prima manifestazione del talento del gruppo: ‘Rage For Order’ si dimostra grazie al suo coraggio e alla sua particolarità come un segno di unicità dell’entità Queensryche. La band di Seattle replica due anni dopo con quello che conquisterà un posto di primo piano tra i capolavori del metal: ‘Operation: Mindcrime’ è un disco curato, elegante e con un concept impegnato ed intricato. Uno dei punti di forza del successo che investe il quintetto americano è sicuramente la splendida voce di Tate, particolarmente espressiva e versatile, capace di donare quella spinta emotiva in più ad ogni pezzo. Ma la loro crescita non si ferma qui e nel 1990 un altro album sale in cima alle classifiche mondiali di vendite: ‘Empire’ si adagia su tonalità più melodiche ed ariose, forte di un flavour hard rock immediato ma pur sempre elegante. Le apparizioni in TV si fanno frequenti e l’escalation sembra non aver termine. Dopo un lungo periodo di attività live e di riposo, nel 1994 Tate e soci riescono ancora a stupire: sfuggendo al rischio di accontentarsi di una carriera di rendita, regalano ai propri fan un altro capolavoro. Con ‘Promised Land’ si ributtano in arrangiamenti più ricercati ed umorali, ricreando atmosfere più intime e cupe. Purtroppo negli anni successivi si assiste all’inizio di una crisi interna alla band, che penalizza la creatività e destabilizza l’ambiente circostante. ‘Hear In The Now Frontier’ risulta poco ispirato e non riesce a replicare agli exploit forniti negli anni precedenti. Nel 1998 uno dei principali compositori, Chris DeGarmo, lascia la band. Il suo posto viene occupato da Kelly Gray, vecchio amico del gruppo. ‘Q2K’ è il risultato dell’assestamento interno alla formazione, ma nemmeno il suo tiro hard rock sembra poter rialzare le sorti di un nome ormai appannato. Tuttavia i Queensryche continuano a credere in se stessi e, nonostante diversi periodi di tensione, nel 2001, in occasione dei 20 anni di carriera, rilasciano un disco live per la Sanctuary, loro nuova etichetta. Nel 2003 è l’anno del gran ritorno. Con la collaborazione del figliol prodigo Chris DeGarmo, che contribuisce alla stesura di alcuni nuovi pezzi, vede la luce ‘Tribe’, che recupera le atmosfere intimiste di ‘Promised Land’ e si colora di sonorità heavy rock eleganti ed avvolgenti. Ora la band sembra aver recuperato l’unione di un tempo e si avvia positivamente a riproporsi come una delle realtà più fondamentali del mondo metal.
SABATO 7 GIUGNO
QUEENSRYCHE – OPERATION MINDCRIME
@ ALCATRAZ – Via Valtellina,21 – MILANO
APERTURA PORTE H 18.30 – INIZIO CONCERTO H 20.30 – Web: www.liveinitaly.com
Condividi.