Renato Zero, il Presente e il nuovo DVD

Renato Zero ha oggi presentato alla stampa il nuovo DVD Live/CD “Presente Zeronovetour”, contenente il CD “Presente”, il DVD del relativo tour nei palazzetti più un inedito dal titolo “Unici”. Disponibile da domani in tutti i negozi di dischi, vanta già un record: quello delle 50.000 copie prenotate.

Questo DVD/CD è stato prodotto dalla Tattica, etichetta indipendente fondata dallo stesso Zero e con la quale Renato ha già pubblicato “Presente”, album che ha venduto già oltre 350.000 copie. La regia del DVD dello Zeronovetour (composto quasi esclusivamente da pezzi della seconda data milanese del tour) è di Roberto Cenci, noto regista televisivo (Ciao Darwin, Amici, Ti lascio una canzone, Io canto). Il giorno 12 maggio Renato Zero incontrerà i suoi fan a Milano alla FNAC (via della Palla 2), mentre la prima uscita live sarà in occasione dei Wind Music Awards (28 e 29 maggio, Arena di Verona).

Alla vigilia dei suoi primi 60 anni (30 settembre prossimo), Renato Zero non solo va avanti con la grinta e la grandezza di sempre ma spiana la strada e insegna a guardare avanti e ad essere liberi anche agli altri artisti del suo stesso calibro e non, autoproducendosi e sfornando un successo dopo l’altro.
Nel corso dell’intervista Renato si è detto smarrito, deluso e triste per un’Italia che “Sta diventando un cantiere, lavora solo chi fa speculazione”; ha detto la sua sui reality show musicali che sfornano artisti poi visibilmente inconsistenti su palchi come quello di Sanremo (a differenza, ad esempio, del giovane Eros Ramazzotti che lo colpì moltissimo) ed ha parlato di tutto, con la sua magnifica simpatia, spaziando dal decreto Bondi (tagli alla musica colta) riguardo al quale ha espresso critiche e riserve, a Fonopoli, da Facebook (“Io uso ancora il citofono”) ai problemi dei giovani, fino all'”avvento delle fettuccine” che gli ha fatto magari perdere la linea accattivante di un tempo ma che lo aiuta, in qualche modo, a mantenere quella serenità, quella naturalezza, quella forza e quella grazia che da sempre gli fanno conquistare quel prezioso spazio nei cuori di numerosissimi sorcini.

Paolo Bianchi

Condividi.