Rock In Idrho 2012 Le band Prima parte

Mancano solo due settimane al Rock In Idrho, uno dei festival rock più importanti del panorama nazionale che tornerà presso l’Arena Concerti di Rho (MI) il prossimo 21 luglio, ad un anno di distanza dalla monumentale edizione 2011, che ha visto i Foo Fighters come headliner del tabellone, e ad un mese dalla Preview che ha invece visto gli Offspring come protagonisti. Per arrivare pronti all’attesa giornata, pubblicheremo nei prossimi giorni tre speciali: i primi due riguarderanno le band presenti in cartellone mentre il terzo includerà tutte le informazioni generali dell’evento (dall’organizzazione dell’area agli orari, passando per come raggiungere l’Arena Concerti).

Nel primo speciale vi presentiamo le prime cinque band che suoneranno al Rock In Idrho 2012: Frank Turner & The Sleeping Souls, Derozer, Cerebral Ballzy, No Relax e The Noise Guys.

The Noise Guys

Tornano al Rock In Idrho i The Noise Guys: la band italiana si è già infatti esibita nell’edizione 2009, nella giornata nella quale si esibirono come headliner i The Pogues. Un nome ormai in giro da quasi dieci anni (si è formato nel 2004), ma che ha già avuto l’occasione di fare da supporto a nomi prestigiosi come Pennywise e Gogol Bordello. A loro il compito di aprire le danze, in una setlist che includerà anche il nuovo singolo “I don’t care (what you think about me)”, apripista del nuovo lavoro che potrebbe uscire entro fine anno.

Ultimo album: Factotum

No Relax

Tornano in Italia i No Relax, il progetto di Joxemi, famoso per il suo ruolo importante negli Ska P, e che vede in lineup anche una presenza italiana, Micky ex Bambole Di Pezza. Nato nel 2003, da degli abbozzi di brani scritti durante il tour intrapreso da Ska P e Bambole Di Pezza quell’anno, il progetto è diventato un gruppo vero e proprio nel 2005. Una carriera relativamente breve, ma che presenta in discografia già 4 episodi: l’ultimo, “Animalibre“, è stato pubblicato lo scorso anno.

Ultimo album: Animalibre

Cerebral Ballzy

La scommessa che si potrebbe rivelare la vera sorpresa dell’edizione 2012: i Cerebral Ballzy nascono a Brooklyn nel 2008, ma i loro gusti sono ancorati agli anni Ottanta. Speed metal, hardcore punk, skateboard e pizza sono i pilastri della vita di cinque giovani statunitensi che raccontano il degrado della Grande Mela con una base musicale che richiama a nomi del calibro di Black Flag, Bad Brains, con un’attitudine che ricorda molto quella degli Anthrax. Il singolo “Insufficient Fare” li ha messi sotto gli occhi di tutti; l’esibizione al Rock In Idrho potrebbe diventare la loro vetrina più importante per i fan italiani.

Ultimo album: Cerebral Ballzy

Derozer

Il tour dei Derozer, il primo dopo quattro anni di silenzio, farà tappa al Rock In Idrho. La punk band vicentina, ritornata sulle scene quest’anno con una serie di concerti in primavera, è uno dei nomi più importanti dell’ondata punk hardcore italiana degli anni Novanta: sei album, alcuni dei quali pubblicati con la label tedesca Mad Butcher, e tanti live che dalla formazione nel lontano 1989 li ha portati in giro per l’Europa e anche in Nordamerica. Nel 2012 dovrebbe anche uscire il loro settimo album, il primo dopo “Di nuovo in marcia”.

Ultimo album: Di Nuovo In Marcia

Frank Turner And The Sleeping Souls

A sentire brani come “I Still Believe“, singolo dall’atmosfera retrò, nessuno potrebbe immaginare che quel cantante che ora imbraccia la chitarra acustica ha militato nei Million Dead, uno dei nomi di spicco del posthardcore britannico della prima metà dello scorso decennio. Frank Turner ha intrapreso la carriera solista nel 2005, anno nel quale la band che lo lanciò nel panorama internazionale si sciolse. Un percorso lungo, fatto di tanti concerti e un’ascesa inarrestabile iniziata nel 2008, che lo ha portato a riempire la Wembley Arena di Londra nel corso del tour promozionale dell’ultimo lavoro “England keep my bones”. Turner torna in Italia a pochi mesi dalla sua ultima esibizione (Ravenna, dicembre 2011) insieme alla sua band di supporto, i The Sleeping Souls.

Ultimo album: England Keep My Bones

Nicola Lucchetta

Condividi.