Sanremo diary, primo giorno

Sanremo parte stasera su Raiuno e ieri, nella conferenza stampa per il via del Festival si è parlato moltissimo del caso Morgan, un po’ del contenuto sexy che verrà regalato da alcune ospiti (la regina del burlesque Dita Von Teese e le ballerine dei Moulin Rouge), pochissimo di musica.

 

 

Unico accenno: il fatto che a Morgan, assente per le note ragioni, verrà fatto un omaggio, presumibilmente musicale, dal palco dell’Ariston. Niente di più preciso, visto che è tutto allo studio.
Ieri pomeriggio, sessione di prove per gli Artisti, seguiti dalla Nuova Generazione (ma pare che queste prove siano state rimandate a oggi). Gran parte dei cantanti ha scelto di fare prove aperte, e sembra che stasera qualcuno potrebbe positivamente stupire il pubblico.

Quanto ai pensieri sparsi dei cantanti, Arisa ha confessato di iniziare a sentire una certa tensione: “So che il pubblico vuole vedere se saprò ripetermi (l’anno scorso riscosse successo con Sincerità), e poi durante il Festival pubblicherò il mio secondo album: è davvero un momento cruciale per me e sono agitata”.
In effetti, le parole ansia e paura iniziano a serpeggiare anche tra i cantanti che, fino a qualche giorno fa, ostentavano una certa scurezza: Noemi dice che “salire su questo palco è come conquistare un titolo nobiliare, visto che da qui è passata la storia della musica italiana, e per questo l’idea fa tremare i polsi”, Nino D’Angelo, con questo al suo quinto Festival, pensa a fare bella figura e spera “che la mia canzone piaccia alla gente: questo è il mio obiettivo”. Anche se, da veterano, confessa che i minuti prima delle chiamata sul palco sono infernali. D’altro canto, c’è una voce fuori dal coro: Romeus, giovane pugliese della Nuova Generazione, che dice: “Non sono preoccupato. Almeno, non ancora. Aspetto tranquillo che arrivi il mio momento di salire sul palco. Però, sinceramente, comincio a chiedermi se non debba iniziare a preoccuparmi di questa mia calma!”.

Nota di colore sulla vita notturna sanremese: ieri sera, al Galà del 60° Festival (durante il quale è stato consegnato il premio della musica  Maurizio Costanzo), si aggiravano molti giornalisti, alcuni cantanti e la fotografatissima Alba Parietti.

da Sanremo, Francesca Binfarè

Condividi.