Save Me 2010 – Comunicato stampa ufficiale

Brian May lancia oggi una campagna d’informazione su vasta scala per tentare di impedire che alcune forme di caccia tornino ad essere legali nella campagna inglese.

La campagna e’ denominata ‘SAVE-ME’, dal titolo di una canzone di May che fu un successo mondiale per i Queen; fa appello all’opinione pubblica britannica, perche’ gli elettori riflettano sulle conseguenze che il loro voto avra’ sul benessere degli animali, e in particolare sulla regolamentazione della caccia alla volpe, al cervo e alla lepre. Il primo manifesto della campagna ‘SAVE-ME’ sara’ inaugurato da Brian May a Londra, in un punto pubblicitariamente molto ambito di Cromwell Road, nella giornata di oggi.

La campagna e’ politicamente non allineata, ma e’ una risposta diretta al recente annuncio di David Cameron che, se i Conservatori saranno eletti, entro il primo mese della loro legislatura metteranno ai voti in Parlamento la revoca dell’Hunting Act del 2004, che ha reso illegale la caccia con cani agli animali selvatici.

Save-Me chiede ai cittadini di manifestare il loro supporto alla causa degli animali registrandosi al sito web www.save-me.org.uk , e si pone come obiettivo di raccogliere almeno un milione di adesioni entro il giorno delle elezioni. I sostenitori sono incoraggiati ad esigere che i loro candidati locali esprimano un’esplicita presa di posizione, a favore o contro la caccia alla volpe, prima delle elezioni, e dichiarino quale sara’ il loro voto in Parlamento, se dovesse essere proposta la revoca dell’Hunting Act.

Annunciando il lancio della campagna, May ha detto: “E’ evidente che la grande maggioranza della popolazione britannica ama gli animali, e inorridisce alla crudelta’ della caccia con le mute di cani.  E’ per questo che l’Hunting Act e’ stato democraticamente approvato come legge nel 2004.  Siamo convinti che ogni elettore in queste elezioni abbia pieno diritto di sapere in anticipo se il suo candidato votera’ per la demolizione di questa legge in difesa degli animali; per questo stiamo sollecitando tutti quanti a votare solo quei candidati che si impegneranno a votare contro la revoca, per mantenere la legge in vigore, e nel tempo eliminare completamente questa barbarie dalle nostre campagne.”

Brian May contattera’ in giornata tutti i candidati dei tre maggiori partiti politici, dando loro il numero del proprio cellulare, e chiedendo loro di rispondergli con un SMS che esprima la loro posizione nei confronti della proposta revoca dell’Hunting Act.

Alla vigilia delle elezioni, ognuno dei sostenitori registrati sul sito della campagna ‘SAVE-ME’ ricevera’ da Brian May un messaggio personalizzato, per confermare la posizione dei candidati nel suo collegio sulla questione della caccia alla volpe, fornendo cosi’ un’informazione fondamentale per scegliere chi votare.

May spiega: “Il nostro scopo e’ dar voce agli animali.  C’e’ la sensazione diffusa che moltissimi elettori siano stanchi e per niente convinti di tutti questi dibattiti in corso, su quale partito sia meglio in grado di rimettere in moto l’economia, e possano semplicemente non sentirsi motivati a votare.  Speriamo che questa iniziativa invogli invece tutti quanti a votare, e a votare stavolta (forse per la prima volta) per un trattamento dignitoso degli animali.  Sosterremo qualsiasi candidato di qualsiasi partito che si impegni a votare per mantenere in vigore le leggi contro la caccia.”

Diversi altri personaggi noti si sono gia’ impegnati a partecipare a ‘SAVE-ME’, e dichiareranno pubblicamente il loro sostegno nel corso delle prossime settimane.

Nota 1:  il Dr Brian May, CBE, e’ conosciuto principalmente per il ruolo di chitarrista e autore nel gruppo rock Queen, ma e’ tornato all’Imperial College di Londra nel 2008 per completare il suo Dottorato di Ricerca in Astrofisica, ed ricopre attualmente la carica di Cancelliere della John Moore University di Liverpool.  Da alcuni anni collabora con passione a vari progetti in difesa degli animali.

Nota 2:  Un sondaggio svolto da Ipsos MORI nel Settembre 2009 dimostra che uno schiacciante 75% dell’opinione pubblica britannica non vuole che la caccia alla volpe torni ad essere legalizzata.

© brianmay.com

Condividi.