Flyzone Hard Day’s Morning

2.5/5
Se un cd fosse giudicato solo dalla copertina avremmo un sacco di 10 al mondo. Purtroppo (o per fortuna) la musica, quella suonata, è quella che davvero conta in un progetto.“Le cose gratis sono sempre le migliori” dicevano gli anziani un tempo, consci che davvero all’epoca soldi non ce n’erano. I Flyzone arrivano così, gratis,

Se un cd fosse giudicato solo dalla copertina avremmo un sacco di 10 al mondo. Purtroppo (o per fortuna) la musica, quella suonata, è quella che davvero conta in un progetto.“Le cose gratis sono sempre le migliori” dicevano gli anziani un tempo, consci che davvero all’epoca soldi non ce n’erano. I Flyzone arrivano così, gratis, sulle nostre scrivanie (o meglio, desktop, tanto per modernizzare un po’ la cosa) con 8 tracce in cui ritroviamo un miscuglio piuttosto vario di generi e stili. Passiamo dai filtri di “Black Blood” agli echi lontani di “In My Opinion”, che oscillano fra Alternative e Metal. La pecca più grande di questi pezzi è forse la semplicità: arpeggi già visti, accordi scontati, grandi richiami a influenze evidenti. Tutto questo, unito ad una parte cantata veramente poco ispirata e piatta, azzoppa un lavoro troppo semplicistico e votato all’alleggerimento. Sia chiaro, non è tutto da buttare, poiché la parte ritmica dell’accoppiata basso-batteria funziona tremendamente bene.

Marco Cella

Condividi.