Ingraved Onryou

3/5
Scende su di noi la furia vendicatrice di Onryou, lo spirito che dall’oltretomba torna nel mondo dei vivi per cercare la vendetta che non ha trovato quando era in vita. E con essa si abbatte su di noi anche la furia e la potenza dei brindisini Ingraved, autori di questo full lenght uscito per la

Scende su di noi la furia vendicatrice di Onryou, lo spirito che dall’oltretomba torna nel mondo dei vivi per cercare la vendetta che non ha trovato quando era in vita. E con essa si abbatte su di noi anche la furia e la potenza dei brindisini Ingraved, autori di questo full lenght uscito per la Power Pain Records in ottobre. Album senza fronzoli, come è giusto che sia per una band che propone un thrash metal-hardcore di stampo americano, metalcore per gli amici. Dieci pezzi incisivi, ben suonati e molto ben prodotti, che forse hanno l’unico difetto di non brillare di eccessiva originalità.

C’è rabbia in questo lavoro e si sente, i pezzi sono tormentati e violenti come ad esempio l’ottima “Redemption” o “Showtime for my apocalypse“; ho apprezzato meno i brani col chorus cantato pulito, che mi ha dato la stessa sensazione di sintetico che a volte provavo nell’ascoltare i Fear Factory. Un bel lavoro sicuramente, gli Ingraved possono sicuramente ambire a farsi conoscere anche all’estero e non mi stupisce il fatto che abbiano suonato di spalla per act molto famosi in ambito internazionale come, giusto per fare due nomi, Soulfly e Carpathian Forest.

Condividi.