Mr Milk Mr Milk

4/5
Fin dalla copertina di questo suo primo, omonimo album, l’idea che ci si fa è quella che Mr. Milk sia una persona semplice, pacata, sobria. Il bianco fa da sfondo al suo volto disegnato, e sotto una timida firma fa capolino, forse più perché ci doveva stare che per una reale volontà di mettercela. In

Fin dalla copertina di questo suo primo, omonimo album, l’idea che ci si fa è quella che Mr. Milk sia una persona semplice, pacata, sobria. Il bianco fa da sfondo al suo volto disegnato, e sotto una timida firma fa capolino, forse più perché ci doveva stare che per una reale volontà di mettercela. In effetti la confezione rispecchia quella che è la musica di questo cd. Mr. Milk è un cantautore italiano che, accompagnato unicamente dalla sua chitarra classica, ci fa immergere nel suo mondo in maniera suggestiva ed emozionante. Una voce timida ma brillante, un folk estremamente emotivo, canzoni che raccontano (in inglese) di vita vissuta, amori, avvenimenti. Canzoni educate, in punta di piedi, che sembrano chiedere il permesso di farsi sentire, in tutta la loro bellezza.

Dodici brani intimi, semplici ma estremamente d’impatto, indubbiamente debitori di gente come Nick Drake e il suo splendido Pink Moon, ma al contempo personali. Difficile segnalare un pezzo in particolare, il livello di tutti è decisamente alto, semmai è da segnalare l’unico brano che non vede un accompagnamento eseguito dalla chitarra, ovvero “Cardinal legs“, che vede la presenza di uno struggente pianoforte in duetto con la voce. In attesa di poter ascoltare al più presto altri suoi lavori, intanto vi consiglio caldamente questo “Mr. Milk” di Mr. Milk.

Condividi.