Promenade Promenade

2/5
I Promenade sono una creatura nata dalla mente di Cristiano Toni, band creata vista la sua esigenza di mettere finalmente in musica le canzoni che aveva scritto. Quello che però mi viene da pensare, una volta finito di sentire l’album inviatomi, è che qualcosa non sia andato per il verso giusto. Non parlo della musica,

I Promenade sono una creatura nata dalla mente di Cristiano Toni, band creata vista la sua esigenza di mettere finalmente in musica le canzoni che aveva scritto. Quello che però mi viene da pensare, una volta finito di sentire l’album inviatomi, è che qualcosa non sia andato per il verso giusto. Non parlo della musica, un pop italiano lineare, sorretto dalla discreta voce della cantante, né del lato strumentale, che non è giudicabile in quanto una maggiore tecnica non significa automaticamente un risultato migliore, a volte la semplicità è la chiave del successo. Parlo purtroppo della resa finale del cd. Conscio del fatto che è stato praticamente inciso tutto in ambito domestico, il lavoro è più che buono, se non che con il mixaggio finale non è stato raggiunto un buon compromesso tra le parti.

La voce sembra ad un livello superiore rispetto al resto, relegando quindi la parte musicale a una mera comparsa. Per intenderci, la prima impressione che mi ha dato l’ascolto di questo omonimo “Promenade” è stata quella di musica da piano bar o, peggio ancora, da balera. Quello che salta fuori sembra più un lavoro solista di una cantante con un discreto timbro ma un po’ monocorde piuttosto che quello di una band, dove l’artefice di tutto non riesce a ritagliarsi uno spazio per farsi notare. Qualche idea interessante nelle canzoni c’è, ma non si riesce bene ad apprezzare. Magari qualcosa di più semplice come chitarra e voce di Cristiano stesso, sarebbe stato più efficace…

Condividi.