Zetema I Due Padroni

3/5
Tornano gli Zetema (o “i” Zetema, come si presentano loro), una delle prime band che abbiamo avuto il piacere di ascoltare quando Jamyourself era ancora neonato. Stavolta, riconfermandoci la fiducia, ci sottopongono il loro secondo lavoro. L’album si intitola “Due Padroni” (la Chiesa e lo Stato?) e contiene anche alcuni brani già presenti nel primo

Tornano gli Zetema (o “i” Zetema, come si presentano loro), una delle prime band che abbiamo avuto il piacere di ascoltare quando Jamyourself era ancora neonato. Stavolta, riconfermandoci la fiducia, ci sottopongono il loro secondo lavoro. L’album si intitola “Due Padroni” (la Chiesa e lo Stato?) e contiene anche alcuni brani già presenti nel primo “Distonie Illegali”, cioè “Politico”, “Vamp”, “Taxi”, “Colori” e “Dalila”, qui suonati e riarrangiati. Quindi il disco è nuovo per metà, potremmo dire. Ma il cambiamento stilistico c’è. Un cambiamento che, per chi scrive, è un grande passo in avanti: se gli Zetema avevano fallito nella prima prova per gli inaccettabili plagi di brani noti e per una produzione quantomai approssimativa, stavolta invece sono migliorati. Hanno investito più tempo e attenzione nella struttura e negli arrangiamenti dei brani, conservando una produzione semplice che però adesso si sposa bene con l’atmosfera più cattiva, oscura e post-punk dei brani.

Particolarmente apprezzabili sono le prestazioni in “Essenza”, “Corpi” (belle le chitarre pinkfloydiane), “Brucia” e “Colori”, qui in veste quantomai vicina alle sonorità di “Pornography” dei Cure. Mi piace questa vena più incazzata e oscura che gli Zetema hanno mostrato nella seconda prova. E sono felice di poter prendere atto di un netto miglioramento della band dai tempi (neanche poi tanto lontani, tra l’altro) dell’esordio. Niente di più piacevole di vedere un gruppo crescere e rimediare agli errori e alle mancanze passate. I ragazzi dimostrano più carattere e personalità e si avviano in un percorso di crescita musicale e lirica interessante. Ci risentiamo al terzo lavoro!

Condividi.