[Alternative rock] Marlene Kuntz – S-Low (2006)

 /5
Lieve – Danza – Ti Giro Intorno – Fuoco Su Di Te – La Canzone Che Scrivo Per Te – Serrande Alzate – Infinità – Amen – L’Inganno – Come Stavamo Ieri – Schiele, Lei, Me – Nuotando Nell’Aria http://www.marlenekuntz.com/http://www.emimusic.it Accantonate un attimo il Live in catharsis, dopo otto anni si cambia e forse si

Lieve – Danza – Ti Giro Intorno – Fuoco Su Di Te – La Canzone Che Scrivo Per Te – Serrande Alzate – Infinità – Amen – L’Inganno – Come Stavamo Ieri – Schiele, Lei, Me – Nuotando Nell’Aria

http://www.marlenekuntz.com/
http://www.emimusic.it

Accantonate un attimo il Live in catharsis, dopo otto anni si cambia e forse si conclude definitivamente un ciclo per i nostri Marlene Kuntz. Come “Lieve” chiudeva quel live nella versione classica, furiosa e aggressiva, ora si assiste ad un deciso cambiamento in favore di sonorità più intime e ricercate, di cui “Bianco sporco” è stato un segno tangibile. S-low, rallentiamo, forse i tempi sono maturi per questa scelta, ma oltre al coraggio di cambiare servono anche le capacità per farlo e queste proprio non mancano. La voce di Cristiano Godano in grande evidenza, sostenuta dal basso di Gianni Maroccolo e dalle sue fitte e dense trame, “low” come le sue frequenze. Gli anni passati però non si possono cancellare di colpo, il noise delle origini torna ad insinuarsi con forza sul finale de “L’inganno”, le chitarre tornano stridenti e strazianti, il plettro strofinato sulle corde, echi e feedback infiniti, l’apparente casualità dei suoni, torna alla memoria “Interstellar overdrive”, anche se non si cerca né si vuole proporre alcun paragone. E poi si riparte, la mente riacquista lucidità e le note tornano a dare un senso al pentagramma, fino alla fine del concerto.

L.N.

Condividi.