Bon Jovi What About Now

bon-jovi-what-about-now 3/5
Il dodicesimo disco da studio dei Bon Jovi si intitola “What About Now“, ed è l’ennesimo lavoro che non toglie e non aggiunge niente alla già sufficientemente esagerata carriera dei Nostri. Ed è sempre un peccato fare i conti con le release di JBJ e compagni in cui alla fine sa tutto di già sentito,

Il dodicesimo disco da studio dei Bon Jovi si intitola “What About Now“, ed è l’ennesimo lavoro che non toglie e non aggiunge niente alla già sufficientemente esagerata carriera dei Nostri. Ed è sempre un peccato fare i conti con le release di JBJ e compagni in cui alla fine sa tutto di già sentito, in cui sai perfettamente come sarà il prossimo ritornello, in cui Sambora si sente sì e no su tre brani e per il resto si limita a ricamare riffettini e arpeggi innocui.

Ci sono delle cose buone per carità: il singolo di lancio e la titletrack dal vivo saranno fighe, “I’m With You” ha una linea melodica importante ed “Amen” è probabilmente la migliore ballad possibile dal 2000 a oggi (se non dal 1995). Il resto sono una manciata di brani di musicisti navigati, esperti e appagati, che risultano totalmente inoffensivi e, ogni tanto, anche un po’ insipidi, benché tutto sommato gradevoli se ascoltati distrattamente e senza pretese (anche se cazzo è pur sempre un disco dei Bon Jovi e qualche pretesa potrebbe pure esserci…).

Un album che in sintesi strizza l’occhio a quella via Springsteen-iana adulta che Jon vuole a ogni costo percorrere da almeno un lustro, anche a scapito di un’immediatezza, di una grinta e di un approccio puramente Rock che oramai rimane solo esclusiva prerogativa del palco, luogo dove i quattro si trasformano e sono ancora perfettamente (e fortunatamente) in grado di dominare e gasare chiunque.


Condividi.