Christina Aguilera Lotus

2.5/5
Sembra aver smarrito la retta via Christina Aguilera, che con “Lotus” recupera solo in parte il clamoroso scivolone di “Bionic“, suo ultimo lavoro datato 2010 e uno dei flop più pesanti visti negli ultimi anni nell’industria discografica. Anche se siamo di fronte a canzoni di buon livello, l’impressione è che la Aguilera abbia “abbandonato” il

Sembra aver smarrito la retta via Christina Aguilera, che con “Lotus” recupera solo in parte il clamoroso scivolone di “Bionic“, suo ultimo lavoro datato 2010 e uno dei flop più pesanti visti negli ultimi anni nell’industria discografica. Anche se siamo di fronte a canzoni di buon livello, l’impressione è che la Aguilera abbia “abbandonato” il filone Lady Gaga per seguire quello della coppia Katy Perry/Rihanna, ben più in voga negli ultimi mesi.

Proprio in due dei brani di punta (il singolo “Your Body” e “Army Of Me“) l’ombra della Perry è fin troppo pesante, al punto che la traccia d’apertura sembra una citazione fin troppo sfacciata di “Fireworks“. Sia chiaro, il talento c’è, la voce spettacolare anche (“Sing For Me” è là pronta a ristabilire le gerarchie), ma di fronte a banalità come “Red Hot Kinda Love” e “Around The World“, ed episodi di dubbio gusto come “Circles” (dalla produzione al “Motherfucker” piazzato gratuitamente alla fine), capaci di rovinare un ritornello trascinante, l’impressione è che un altro cristallino talento sia andato oramai perso. Peccato: ti ricorderemo come sexy teen mentre ci stupivi con la voce e ballavi nella spiaggia in “Genie In A Bottle” e come talento puro in brani come “Candyman” o “Hurt“…

Nicola Lucchetta

Christina Aguilera – Your Body on MUZU.TV.

Condividi.