[Classica] AaVv – We All Love Ennio Morricone (2007)

 /5
I knew I loved you / Celine Dion – The good, the bad and the ugly / Quincy Jones featuring Herbie Hancock – Once upon a time in the West / Bruce Springsteen – Conradiana / Andrea Bocelli – The ecstasy of gold / Metallica – Malena / Yo-Yo Ma – Come sail away /


I knew I loved you / Celine Dion – The good, the bad and the ugly / Quincy Jones featuring Herbie Hancock – Once upon a time in the West / Bruce Springsteen – Conradiana / Andrea Bocelli – The ecstasy of gold / Metallica – Malena / Yo-Yo Ma – Come sail away / Renée Fleming – Gabriel's oboe / Ennio Morricone – Conmigo / Daniela Mercury featuring Eumir Deodato – La luz prodigiosa / Dulce Pontes
Love affair / Chris Botti – Je changerais d'avis / Vanessa and the O's – Lost boys calling / Roger Waters – The tropical variation / Ennio Morricone – Could heaven be / Denyce Graves – Addio monti / Taro Hakase – Cinema paradiso / Ennio Morricone

www.enniomorricone.it
www.sonybmg.it

Il Maestro Ennio Morricone è uno dei compositori più famosi e abili degli ultimi anni, oltre a essere tra i più rispettati e apprezzati dal mondo della musica che conta.
Probabilmente, la considerazione di cui, giustamente, gode presso artisti e bands, ha influenzato l'approccio che rock e popstar hanno tenuto in occasione di questo atteso tributo, uscito in prossimità della consegna dell'Oscar alla carriera dell'artista italiano.
Infatti molti nomi si sono limitati a un fugace solo di strumento a corde o fiato applicato sopra la partitura classica (Bruce Springsteen e Chris Botti ad esempio), oppure a interpretazioni liriche nella norma (Cfr. Celine Dion, Bocelli). A questo aggiungete il lavoro di Morricone su tre brani e in più il "collant" d'unione tra le varie tracce, e vi ritroverete con solo sei brani effettivamente adatti a un tributo come normalmente inteso. Parliamo di Quincy Jones ed Herbie Hancock, dei Metallica, di Daniela Mercury, di Vanessa and The O's, di Roger Waters che insieme a un dimesso Eddie Van Halen presenta il brano incluso nella colonna sonora de "La leggenda del pianista sull'Oceano". Ed è proprio la presenza di queste 6 riletture che lascia perplessi: ma non si poteva impostare così tutto il lavoro? O almeno averne una decina vicino a qualche parte lirica? D'altronde un 'tributo' se non è una reinterpretazione, cosa diavolo è? Allora tanto meglio sentirsi i conosciuti e immortali originali! Insomma in buona sostanza meno di mezz'oretta di tributo effettivo per un raccoltone di cui tutti parlano e lodano, ma che probabilmente nessuno ha ascoltato. Un'occasione persa.

P.N.

Condividi.