[Country Pop] Isobel Campbell & Mark Lanegan – Ballad Of The Broken Seas (2006)

 /5
Deus Ibi Est –  Black Mountain – The False Husband – Ballad Of The Broken Seas  –  Revolver  –  Ramblin’ Man –  (Do You Wanna) Come Walk With Me? – Saturday’s Gone – It’s Hard To Kill A Bad Thing – Honey Child What Can I Do? – Dusty Wreath – The  Circus Is Leaving

Deus Ibi Est –  Black Mountain – The False Husband – Ballad Of The Broken Seas  –  Revolver  –  Ramblin’ Man –  (Do You Wanna) Come Walk With Me? – Saturday’s Gone – It’s Hard To Kill A Bad Thing – Honey Child What Can I Do? – Dusty Wreath – The  Circus Is Leaving Town

http://www.isobelcampbell.com
http://www.marklanegan.com
http://gb.v2music.com/site/default.asp

Queste Ballate scritte dalla bella Isobel Campbell sono piuttosto difficili da categorizzare, e conviene dunque partire da un dato di fatto: ascoltare questo disco è un piacere. Detto questo possiamo considerare che i brani che lo compongono si limitano spesso a riproporre dei clichè, primo tra tutti quello del duetto vocale tra una voce femminile angelica ed una maschile cupa e roca. Ma se le rispettive voci appartengono a cotanti proprietari, come può questo clichè non funzionare a meraviglia? E allora, come nell’ultimo Leonard Cohen, o nel Nick Cave delle Ballate Omicide, godiamoci falsi mariti che reclamano le proprie donne, difficoltà ad affrontare la vita, pistole, marinai che affogano in birra, whisky e lacrime, tristezza e disperazione.
L’immaginario a cui si rifà la scozzese è quello tipicamente malinconico e cupo del country americano, con parti sulfuree perfettamente cucite addosso al vecchio lupo Lanegan, arrangiamenti minimali ma sempre ricercati, con il violoncello di Isobel a impreziosire e rafforzare la portata dei brani. Il country viene anche omaggiato con “Ramblin’ Man” di Hank Williams (con tanto di frustate alla Blues Brothers di sottofondo), ma è tutto un giocare con i topos del genere, la vena profondamente noir della provincia americana, con il male di vivere e il pessimismo ineluttabile che abbracciano dolcemente chi ascolta trascinandolo in una malinconia calda e viva alla quale non si può fare a meno di abbandonarsi.
In ogni caso una prova del grande talento della ex Belle & Sebastian, che si rivela artista completa, autrice, cantante e strumentista di altissimo livello, e ci regala una piccola gemma capace di emozionare a ogni ascolto.

S.R.

Condividi.