Elisa Steppin On Water

3/5
Uno sguardo oltreoceano per Elisa e il suo “Steppin’ on Water”, disco in lingua inglese destinato al mercato americano. Lavoro composto da una manciata di inediti e una selezione di brani appartenenti al precedente “Ivy”. Il progetto a stelle e strisce nasce in seguito alla collaborazione con il compositore Andrea Guerra nella colonna sonora del

Uno sguardo oltreoceano per Elisa e il suo “Steppin’ on Water”, disco in lingua inglese destinato al mercato americano. Lavoro composto da una manciata di inediti e una selezione di brani appartenenti al precedente “Ivy”. Il progetto a stelle e strisce nasce in seguito alla collaborazione con il compositore Andrea Guerra nella colonna sonora del film “Un giorno questo dolore ti sarà utile”. All’interno dell’album, infatti, compaiono “Live Is Requited” (primo singolo estratto) e “Apologize” (un divertente esperimento folk), entrambe interpretate per il lungometraggio del regista Roberto Faenza. Non sono le uniche novità. Elisa propone una versione in inglese de “Gli Ostacoli del Cuore”, che diventa “So Much Of Me” e, sempre di derivazione cinematografica, la melodica “Just As One” stavolta in duetto con Ermanno Giove. Tra i remake, da segnalare anche “One Stop Away” la versione in lingua di “Eppure Sentire (Un Senso di Te)”.

Il disco prosegue sulle note di alcuni brani appartenenti alla produzione del 2010 ossia “Nostalgia”, “Fresh Air”, “Lullaby”, “Forgiveness” e “I Never Came”, cover dell’omonimo pezzo dei Queens Of The Stone Age. In chiusura si torna addirittura indietro di un decennio con la delicata “Dancing”, ma in una moderna performance live. “Steppin’ on Water” non è altro che un dettagliato CV con le esperienze più recenti dell’artista. Per il pubblico statunitense si prospetta l’opportunità di ascoltare Elisa sia nel ruolo di cantautrice che d’interprete. In Italia il disco sarà reperibile on-line, ma si presume un acquisto limitato ai soli affezionati.

Riccardo Rapezzi

Condividi.