G.O.O.D. Music Cruel Summer

2.5/5
A un anno dal suo ultimo disco, scritto a quattro mani con Jay-Z, Kanye West torna in pista con un nuovo prodotto condiviso. Il rapper presenta “G.O.O.D. Music Cruel Summer”, un lavoro che dà voce a numerosi artisti appartenenti al roster della sua label G.O.O.D (acronimo di Getting Out Our Dreams) e che ospita altri

A un anno dal suo ultimo disco, scritto a quattro mani con Jay-Z, Kanye West torna in pista con un nuovo prodotto condiviso. Il rapper presenta “G.O.O.D. Music Cruel Summer”, un lavoro che dà voce a numerosi artisti appartenenti al roster della sua label G.O.O.D (acronimo di Getting Out Our Dreams) e che ospita altri nomi noti dell’attuale panorama hip hop: Jay Z, Big Sean, R. Kelly, John Legend, Common, Q-Tip, Pusha T., 2 Chainz, Ghostface Killah, Raekwon, Kid Cudi, Azealia Banks, Jadakiss e The-Dream. Una compilation pubblicata dall’etichetta in questione con la collaborazione dalla Def Jam Records.

L’album suona cupo e moderno. Atmosfere volutamente sinistre, infatti, si poggiano su beat commerciali e immediati, perfetti per il mercato, ma che hanno poca presa sull’ascoltatore in cerca di un suono ricercato. Pochi i pezzi degni di nota e tra questi segnaliamo “To The World” feat. R. Kelly; “Clique”, ultimo singolo estratto che vede la partecipazione di Jay Z e Big Sean; “New God Flow” in cui West divide il microfono con Pusha T. e Ghostface Killah dei Wu-Tang Clan; infine “The One”, unica traccia malinconica, in cui torna Big Sean insieme a 2 Chainz e Marsha Ambrosius.

Riccardo Rapezzi

Condividi.