[Leggera] Biagio Antonacci – Vicky Love (2007)

 /5
E’ Soffocamento – Lascia Stare – C’é Silenzio – Sognami – L’impossibile – Coccinella – Vicky Love – Non Sei Più Qui – Giù Le Mani Capo – Non Eri Tu (Quel Brivido Di Libertà) – A Volte www.antonacci.itwww.universalmusic.it “Vicky Love” è il nuovo album di Biagio Antonacci, che torna sulla scena musicale italiana a


E’ Soffocamento – Lascia Stare – C’é Silenzio – Sognami – L’impossibile – Coccinella – Vicky Love – Non Sei Più Qui – Giù Le Mani Capo – Non Eri Tu (Quel Brivido Di Libertà) – A Volte

www.antonacci.it
www.universalmusic.it

“Vicky Love” è il nuovo album di Biagio Antonacci, che torna sulla scena musicale italiana a distanza di due anni da “Convivendo parte 2″.
Andiamo subito al sodo: l’album è troppo scontato.

Undici tracce alla Biagio, musiche lente, spesso troppo simili alle precedenti, canzoni come poesie (quasi tutte), classico modo di cantare di Antonacci (forse con qualche acuto in più).
L’unico cambiamento che possiamo citare sta nei testi: Antonacci è passato dalle ballate romantiche dai profondi significati, alle canzoni che parlano di sesso senza troppi giri di parole; insomma le metafore o doppi sensi che dir si voglia si sprecano: “La mia testa va sempre lì/ancora tra le tue gambe/col tuo respiro ansimante”, oppure “Tu spingi fino a sfondare..” per citare due frasi a caso. E se il cantante milanese afferma che ora parla di sesso tranquillamente, senza pudori, noi ci chiediamo se non era il caso di continuare a parlare d’amore e non passare per sessuomane.

Pezzi da citare sono “Lascia Stare”, “Sognami” e “Giù Le Mani Capo” (“vagamente” ispirata a L.A. Woman dei Doors), quest’ultima dà una scossa al disco che purtroppo rimane piatto per gran parte dei sessanta minuti di ascolto.
È un peccato perché da un artista come Biagio Antonacci ci si aspetta sempre qualcosa di più, vedremo ciò che farà per il concerto di San Siro; e qui la domanda sorge spontanea: il concerto è per promuovere l’album, oppure il disco è uscito per promuovere l’evento?! (speriamo la seconda…ndr)

A.M.

 

Condividi.