Pixie Lott Young Foolish Happy

/5
Aaaah, quanto rosicano gli inglesi. Rosicano perché tra le top dive musicali mondiali (Beyoncè, Rihanna, Katy Perry, Lady GaGa) non ce n’è una di casa loro. Eccoli quindi urlare la carica e cercare la rivincita con la giovanissima Pixie Lott (classe 1991), giunta al secondo album dopo aver centrato il singolo “Mama Do”  un paio

Aaaah, quanto rosicano gli inglesi. Rosicano perché tra le top dive musicali mondiali (Beyoncè, Rihanna, Katy Perry, Lady GaGa) non ce n’è una di casa loro. Eccoli quindi urlare la carica e cercare la rivincita con la giovanissima Pixie Lott (classe 1991), giunta al secondo album dopo aver centrato il singolo “Mama Do”  un paio di anni fa.  Non basta però un’ inglesina bionda vestita come tutto il cast femminile di Gossip Girl e con un disco cucinato a puntino intorno alle mode del momento per sbancare il botteghino.

Pixie ci prova, non è nemmeno terribile, ma i livelli delle ragazze di prima se li scorda. Qua al limite si può competere con una Hilary Duff, tipo. Un disco prevedibile e scontato, quindi, che le prova proprio tutte senza convincere mai. C’è il singolo synth pop per ragazze all’arrembaggio “All About Tonight”, la roba alla Katy Perry “Kiss The Stars”, la roba alla Rihanna “Birthday”, si cerca di riesumare addirittura suoni alla Timbaland in “Perfect” (credevamo di essercene liberati). Ovviamente il tutto è condito dalle ballatone e dall’ R&B come se piovesse. In inghilterrolandia sarà anche prima in classifica…ma non ci convince.

Marco Brambilla

Condividi.