[Pop] Carla Bruni – No Promises (2007)

 /5
Those Dancing Days Are Gone – Before the World Was Made – Lady Weeping at the Crossroads – I Felt My Life with Both My Hands – Promises Like Pie Crust – Autumn – If You Were Coming in the Fall – I Went to Heaven  – Afternoon – Ballade at Thirty Five – At

Those Dancing Days Are Gone – Before the World Was Made – Lady Weeping at the Crossroads – I Felt My Life with Both My Hands – Promises Like Pie Crust – Autumn – If You Were Coming in the Fall – I Went to Heaven  – Afternoon – Ballade at Thirty Five – At Last the Secret Is Out

www.carlabruni.com
www.naive.fr

E' piuttosto difficile dire perché  "Quelqu'un M'a Dit" fosse un album così azzeccato. Eppure funzionava incredibilmente bene, e ti catturava con quella leggerezza eterea, con quegli arrangiamenti scarni, quella voce suadente ma sottile, quel delizioso francese, quell'ancora più delizioso accento francese su 'Il Cielo In Una Stanza'.
E' altrettanto difficile dire perchè questo 'No Promises' funzioni molto meno bene. In fondo c'è quasi tutto quello che si trovava nell'esordio. Quasi.
Certo è stato abbandonato il francese.
Certo mancano un po' di melodie facili e immediate.
Certo al posto della leggerezza c'è la pretenziositá di mettere in musica delle poesie classiche inglesi.
Certo manca l'effetto sorpresa.
Certo ci sono tutte le aspettative che si porta dietro per tradizione il secondo disco.
Insomma, c'e' quasi tutto, ma manca molto. I brani probabilmente sono anche arrangiati meglio, ma non sempre questo migliora l'esperienza dell'ascolto, anzi manca proprio quell'imprefezione, qui è tutto troppo perfetto per emozionare; la costruzione dei brani di pop-folk è rigorosa e non lascia spazio per partecipare. Ma probabilmente era inevitabile che "Quelqu'un M'a Dit" rimanesse un disco unico.

S.R.

Condividi.