[Pop] Dari – Sottovuoto Generazionale (2008)

/5
  Wale (Tanto Wale) – Tutto Regolare – Predisposta (a lasciare il tuo posto) – Come M’hai – Per Piacere – Cambio Destinazione – Non Pensavo – Gp a 100 all’Ora – Moltiplicato 10 – Ho Spaccato – Minimale Maxibene – Play And Stop     Sito ufficiale della band Etichetta discograficaDistribuzione I Dari…questi quattro ragazzi ci

 

Wale (Tanto Wale) – Tutto Regolare – Predisposta (a lasciare il tuo posto) – Come M’hai – Per Piacere – Cambio Destinazione – Non Pensavo – Gp a 100 all’Ora – Moltiplicato 10 – Ho Spaccato – Minimale Maxibene – Play And Stop    

Sito ufficiale della band
Etichetta discografica
Distribuzione

I Dari…questi quattro ragazzi ci hanno stonati per mesi con “Wale”, pezzo il cui testo si potrebbe definire ossessivo compulsivo, e ora escono con un intero album (e per alcuni ciò ha dell’incredibile): “Sottovuoto Generazionale”. Il titolo, emblematico, può essere simbolo della nuova generazione: magari ha anche delle idee buone, ma non riesce a esprimerle e svilupparle fino in fondo, con continuità e con personalità.
E così è l’intero album: i quattro propongono una serie di canzoni sulla falsariga del primo singolo, con testi che a un primo ascolto possono sembrare incomprensibili ed effetti elettronici usati al momento giusto, per poi perdersi in un bicchiere d’acqua e rifilare all’ascoltatore una serie di canzoni pop banali, con testi banali e musiche altrettanto banali. Detto ciò, non è da sottovalutare la presenza di Massimo Gabutti e Domenico Capuano (il primo general manager dell’etichetta Blissco., il secondo compositore per la stessa casa da cui uscirono i Da-Blitz e, udite udite, gli Eiffel 65) in qualità di produttori e anche di co-autori di molti brani. E’ quindi chiaro come i “dARi” non siano stati certo lasciati da soli in questo progetto.
E’ inevitabile notare come la band parta col proprio stile e la propria idea, ci ripensi con “Predisposta” e “Cambio Destinazione”, riproponga il proprio genere in “Come M’Hai” e così via alternando fino alla fine; come a dire “un pezzo per me, un pezzo per la radio”!
Non siamo subito negativi e pronti a puntare il dito, ci sono come sempre delle attenuati: è il primo album, prenderanno coraggio col tempo (?), hanno bisogno di consensi e cose così. Aspettiamo, o ci sarà una riconferma, o tempo sei mesi e ce li saremo dimenticati.

Antonella Murrone

Condividi.