[Pop] Dolcenera – Nel Paese Delle Meraviglie (2009)

/5
La più bella canzone d’amore che c’è – Il mio amore unico – Un dolce incantesimo – Dolcemente come niente – Chi decide… – Date a Cesare – Un’emozione al giorno – Come un sole splendido – Oltre le Stelle – …Sei soltanto tu – Giorni d’estate – Fino a domani http://www.dolcenera.com/http://www.sonybmg.it/ Venire eliminati dal

La più bella canzone d’amore che c’è – Il mio amore unico – Un dolce incantesimo – Dolcemente come niente – Chi decide… – Date a Cesare – Un’emozione al giorno – Come un sole splendido – Oltre le Stelle – …Sei soltanto tu – Giorni d’estate – Fino a domani

http://www.dolcenera.com/
http://www.sonybmg.it/

Venire eliminati dal televoto a Sanremo proprio il giorno in cui il proprio album esce nei negozi di dischi non è certo benaugurante ma Dolcenera non è davvero il tipo che si lascia abbattere. Giunta ormai al suo quarto album di inediti a più di tre anni di distanza da “Un mondo perfetto”, la vocalist italiana sembra aver raggiunto una nuova maturità/serenità. Via il trucco dark e un tema come l’amore a fare da filo conduttore alle 12 tracce del nuovo cd! Una rivoluzione che potrebbe far preoccupare alcuni fan della vecchia guardia. Niente paura,  la ragazza non ha perso la sua grinta… non fatevi ingannare da quello che avete sentito sul palco dell’Ariston.

“Il mio amore unico” in effetti non è il brano più significativo dell’album anche se l’arrangiamento non è niente male e l’espressività vocale di Dolcenera riesce a trovare il modo di farsi comunque notare. Molto più interessante è invece “Dolcemente come niente”, forse più semplice a livello strutturale, ma decisamente più intensa da un punto di vista vocale con una bella convivenza tra cantato e chitarra. Intensa è anche “Chi decide sei soltanto tu” brano decimante meno ritmato ma con un testo intrigante e soprattutto un’ottima prova dell’artista soprattutto nella prima parte mentre nella ripresa le sonorità si fanno più smaccatamente rock: molta grinta ma meno intensità.

Un disco interessante che mostra i nuovi passi in avanti fatti dalla cantante che in questi anni di “pausa discografica” non si è assolutamente riposata ma anzi ha lavorato molto.  Una voce particolare, coinvolgente, ricca di energia ed espressività che però continua inspiegabilmente a trovare poco riscontro nel mercato. Meriterebbe più attenzione.

Alessandro Mornati

Condividi.