[Pop] Ke$ha – Animal (2010)

kesha animal /5
http://www.keshasparty.com/http://www.rcarecords.com/ L’abbiamo conosciuta con la hit “Tik Tok” e con l’altro singolo “Blah blah blah”, ma in molti si sono chiesti se lo stereotipo della studentessa statunitense sempre ubriaca e pronta al party che emerge da queste due tracce avrebbe retto per un disco intero. “Animal” non si smuove da quanto detto prima, e la



http://www.keshasparty.com/
http://www.rcarecords.com/

L’abbiamo conosciuta con la hit “Tik Tok” e con l’altro singolo “Blah blah blah”, ma in molti si sono chiesti se lo stereotipo della studentessa statunitense sempre ubriaca e pronta al party che emerge da queste due tracce avrebbe retto per un disco intero. “Animal” non si smuove da quanto detto prima, e la cosa sembra all’apparenza stare in piedi.

Certo, musicalmente non ci si schioda da un pop elettronico ballabile e su misura di teenager (escludendo un paio di ballad, come “Stephen” e “Hungover”), come già proposto da troppe giovani pop star negli ultimi anni. Quello che rende il tutto differente rispetto alla concorrenza è il fatto che buona parte del disco racchiude tutte quelle caratteristiche degli high school party che qui in Europa abbiamo visto in film come, ad esempio, “American pie”: ragazze disinibite pronte al “Party at a rich dude’s house”, tanto alcol e, soprattutto, una certa riluttanza nei confronti dei “vecchi” (vedi il brano “Dinosaur”). Un mondo non del tutto reale, ma nel quale i teenager piacerebbe vivere.

Il talento c’è: lei sa cantare e lo dimostra nelle ballad presenti. E i produttori che l’hanno aiutata per questo “Animal” hanno avuto la bella idea di azzeccare alcuni ritornelli capaci di entrare in testa da subito (vedi “Tik tok”). Ma ci ricorderemo di Ke$ha tra qualche anno? Qualche dubbio sul lato musicale lo solleviamo già ora; di sicuro, l’impatto dell’immagine e del suo aspetto fisico, ad oggi, è stato sicuramente più rilevante per il suo successo.

Nicola Lucchetta

Condividi.