[Pop] Miguel Bosè – Papito (2007)

 /5
Morena mia (ft. Julieta Venegas) – Si tù no vuelves (ft. Shakira) – Bambù (ft. Ricky Martin) – Nada particolar (ft. Juanes) – Amante bandido (ft. Alaska) – Sevilla (ft. Amaia Montero) – Nena (ft. Paulina Rubio) – Te amarè (ft. Laura Pausini) – Los chicos no lloran (ft. David Summers) – Como un lobo


Morena mia (ft. Julieta Venegas) – Si tù no vuelves (ft. Shakira) – Bambù (ft. Ricky Martin) – Nada particolar (ft. Juanes) – Amante bandido (ft. Alaska) – Sevilla (ft. Amaia Montero) – Nena (ft. Paulina Rubio) – Te amarè (ft. Laura Pausini) – Los chicos no lloran (ft. David Summers) – Como un lobo (ft. Bimba) – Olvidame tu (ft. Ivete Sangalo) – Este mundo va (ft. Leonor Watling) – Hay dias (ft. Alejandro Sanz) – Lo que hay es lo que ves (ft. Michael Stipe) – Agua y sal (ft. Mina) – La vida es bella (ft. Noa)

http://www.miguelboseonline.net/
http://www.carosellorecords.com/

Raccolta di grandi classici, rivisitati e re-interpretati in occasione di trent'anni di carriera: tutto questo in "Papito", nuovo disco di Miguel Bosè.
Chi si ricorda il cantante impegnato a cantare "Noi Ragazzi Di Oggi", ha bisogno di un bel refresh. Ne ha fatta di strada il figlio d'arte, diventato negli anni ottanta una vera e propria icona della musica latino americana, capace di tour mastodontici continui e di essere identificato da tante star attuali della stessa sfera (bastino due nomi noti a tutti come Shakira e Ricky Martin) quale punto di riferimento della scena.

Lo stesso singer racconta che gli interpreti della scena ispanica che hanno partecipato al progetto, hanno scelto loro stessi il brano da interpretare. Duetti di valore con Alejandro Sanz, Amaia de La Oreja de van Gogh, Juanes, la nipote di Bosè Bimba, e molti altri. Tra gli 'italiani' Laura Pausini e Mina, da segnalare anche la presenza di Michael Stirpe.
Insomma Miguel ha fatto le cose in grande, i pezzi scorrono senza intoppi e le nuove versioni aggiornano il sound degli eighties senza rovinare il fascino di allora.
Successo totale, settimane di permanenza nella top ten e tanti auguri a Bosè per una carriera internazionale di grande livello, benché in Italia abbiano smesso di interessarsi a lui da diverso tempo, casualmente, da quando Miguel decise di lasciare da parte le canzonette per puntare più in alto, in un altro contesto e in altri paesi. Aveva visto giusto.

I.P.

Condividi.