[Pop] Miley Cyrus – The Time Of Our Lives (2009)

Miley Cyrus Time of Our Lives /5
Kicking and Screaming – Party in the U.S.A. – When I Look at You – The Time of Our Lives – Talk Is Cheap – Obsessed – Before the Storm (live w/Jonas Brothers) – The Climb http://www.mileycyrus.com/http://hollywoodrecords.go.com/ Anche Miley Cyrus “tradisce” la speranza di vedere la Disney dare una svolta rock ai suoi astri del

Kicking and Screaming – Party in the U.S.A. – When I Look at You – The Time of Our Lives – Talk Is Cheap – Obsessed – Before the Storm (live w/Jonas Brothers) – The Climb

http://www.mileycyrus.com/
http://hollywoodrecords.go.com/

Anche Miley Cyrus “tradisce” la speranza di vedere la Disney dare una svolta rock ai suoi astri del teen pop. Ben alimentata dalle recenti pubblicazioni dei Jonas Brothers, anche questa volta il tutto si spegne con le ultime note di “Kicking and screaming”, una riuscita cover pescata dal secondo disco di Ashlee Simpson, “I am me”; l’unico pizzico di pepe in questo “The time of our lives”, l’ultimo EP dell’artista americana.

Supportato da un mastodontico tour, il Wonder World Tour (che passerà nel Regno Unito e Irlanda a ridosso delle festività natalizie), il cd contiene otto pezzi che sono la terza testimonianza in studio della giovane artista statunitense senza ricorrere al monicker Hannah Montana, nome che l’ha resa famosa e un idolo a livello globale tra i giovanissimi. La già citata “Kicking and screaming” è il capitolo più pesante del lotto, e gli altri brani spaziano tra il pop e le ballad con un buon livello rispetto alla media del genere (carine “Party in the USA e “The climb”, traccia bonus per il mercato internazionale). Unico brano sottotono del lotto è “Before the storm”, traccia live cantata con i Jonas Brothers e già “bocciata” durante l’ascolto di “Lines, vines and trying times”.

Un disco che non aggiunge nulla alla carriera di Miley Cyrus che, a soli 17 anni, vanta già una carriera di tutto rispetto; una release che, più che altro, rimane il pretesto per il suo primo tour mondiale. L’aspetto positivo è che in questo “The time of our lives” si iniziano ad intravedere i primi segnali di un ingresso dell’ex Hannah Montana nel mondo del pubblico adulto. Nella speranza che la sua carriera non abbia una deriva negativa e “hard”, come già successo in passato ad altre artiste nate acqua e sapone (Britney Spears?), a noi non resta che farle un applauso di incoraggiamento.

Nicola Lucchetta

Condividi.