[Pop Rock] Sonohra – Liberi Da Sempre (2008)

/5
  Love show – L’amore – English dance – Liberi da sempre – Cinquemila mini mani – Salvami – Io e te – So la donna che sei – L’immagine – Sono io – I believe http://www.sonohra.it/http://www.sonybmg.it/ Meno rock dei giovani colleghi Finley, Melody Fall e Lost, il duo dei fratelli Fainello arriva al debutto

 

Love show – L’amore – English dance – Liberi da sempre – Cinquemila mini mani – Salvami – Io e te – So la donna che sei – L’immagine – Sono io – I believe

http://www.sonohra.it/
http://www.sonybmg.it/

Meno rock dei giovani colleghi Finley, Melody Fall e Lost, il duo dei fratelli Fainello arriva al debutto discografico dopo il successo di Sanremo nella categoria Giovani.
La voce di Luca e Diego è buona, non si esibiscono in virtuosismi ma sanno cantare, potrebbero magari cercare qualche soluzione diversa (magari anche a livello di tematiche ma questa è un’altra storia…) nel corso dell’album, ma complessivamente si fanno apprezzare. Gli arrangiamenti sono molto curati, con tanto di archi in evidenza ma a volte risultano troppo plasticosi; spesso però sono azzeccati per dare volume a pezzi che, alla lunga, si assomigliano tutti e rischiano di passare più per filler che per canzoni…forse era meglio fare un’Ep.

Valide “Love Show”, la stranota e comunque carina “L’Amore”, non male “English Dance”. Bruttina titletrack, orrenda “Cinquemila mini mani” e insipide le rimanenti. Escludiamo dalla massa “So la donna che sei”, meno scontata e un attimo più movimentata, e la conclusiva “I Believe” che, testo idealista a parte, varia piacevolmente il registro della altre ballad presenti sul disco.
Con due voci valide, si poteva osare qualcosina in più, auguriamoci che il prossimo cd si muova su territori meno mielosi e artificiali e maggiormente ritmati.

Ivana Pozzo

Condividi.