[Pop Sinfonico] Silverchair – Young Modern (2007)

 /5
Young Modern Station – Straight Lines – If You Keep Losing Sleep – Reflections of a Sound – Those Thieving Birds (part 1) And Strange Behaviour And Those Thieving Birds (part 2) – The Man That Knew Too Much – Waiting All Day – Mind Reader – Low – Insomnia www.chairpage.com http://www.elevenmusic.com Sembra strano ma


Young Modern Station – Straight Lines – If You Keep Losing Sleep – Reflections of a Sound – Those Thieving Birds (part 1) And Strange Behaviour And Those Thieving Birds (part 2) – The Man That Knew Too Much – Waiting All Day – Mind Reader – Low – Insomnia

www.chairpage.com
http://www.elevenmusic.com

Sembra strano ma il primo nome che viene in mente ascoltando i Silverchair del nuovo corso sono i misconosciuto svedesi A.C.T.
L'idea e il percorso sono gli stessi, si parte da un humus di rock più o meno pesante, e ci si innamora del pop più sinfonico e da camera, e dei musical; anche i repentini cambiamenti di tono e di umore all'interno dei brani sono piuttosto simili. I Silverchair risultano però meno ispirati e scanzonati (si, siamo snob e più sono famosi meno ci piacciono), e l'impressione durante tutto il disco è che si prendano sul serio, troppo.

In ogni caso il lavoro è impeccabile, con un ottima produzione e arrangiamenti sopraffini, e ci sono svariati pezzi molto ben riusciti, soprattutto nella parte iniziale. Poi nella seconda parte ci si perde un po', ma il robusto pop da musical non annoia mai fino alla fine. Un po' l'ispirazione latita, e un brano pur piacevole come 'Reflection of a Sound' viola palesemente la convenzione di DeMaio sul numero massimo di ripetizioni del ritornello per un singolo brano.
In ogni caso per un gruppo partito giovanissimo dal grunge un percorso impegnativo e ammirevole.

S.R.

Condividi.