[Pop/Pop Rock] L’Aura – Demian (2007)

 /5
Non è una favola – Le vent – One – E' per te – Beware – The modern eye – I'm so fucked up I can barely walk – The River – I just want to grow old – I'm with you – Demian – Hey Hey – The Doors – Turn Around. www.l-aura.comwww.sonybmg.it L'abbiamo


Non è una favola – Le vent – One – E' per te – Beware – The modern eye – I'm so fucked up I can barely walk – The River – I just want to grow old – I'm with you – Demian – Hey Hey – The Doors – Turn Around.

www.l-aura.com
www.sonybmg.it

L'abbiamo conosciuta con il pluripremiato "Okumuki" (disco d'oro e cinque singoli estratti), ora la ritroviamo a due anni di distanza con un lavoro forse meno immediato, di non facile assimilazione, ma che una volta capito sarà difficile dimenticare. Ha molto talento Laura Abela e la seconda uscita discografica, notoriamente più difficile del debutto, lo dimostra appieno: tredici brani, cantati in diverse lingue (italiano e inglese fanno da padroni, ma spunta un pezzo anche in francese) e che seguono un unico filo conduttore, proprio come il libro omonimo di Herman Hesse (1919).
L'artista bresciana ha voluto sottolineare come il titolo non sia stato casuale, spiegando di aver compiuto un vero e proprio viaggio, un percorso che per molti aspetti le ha ricordato quello del protagonista del libro; i testi, a volte un po' ermetici ma davvero toccanti, rispecchiano tutte le sfumature dell'animo inquieto della cantante. Pur rimanendo collocato in ambito rock, l'album non disdegna passaggi anche complessi in generi musicali più ostici, jazz su tutti, e si fa apprezzare anche in virtù di tale varietà di stili.

L.G.

Condividi.