Queen – Greatest Hits I e II

2011, universal /5
Con la pubblicazione dei primi due Greatest Hits ha avuto finalmente inizio l’imponente opera di ristampa dell’intero catalogo dei Queen, passati di recente (dopo 39 anni) dalla Emi alla Universal. Va subito detto che i due album saranno anche gli unici a non possedere al loro interno materiale inedito, pur presentando un restyling dei booklet

Con la pubblicazione dei primi due Greatest Hits ha avuto finalmente inizio l’imponente opera di ristampa dell’intero catalogo dei Queen, passati di recente (dopo 39 anni) dalla Emi alla Universal. Va subito detto che i due album saranno anche gli unici a non possedere al loro interno materiale inedito, pur presentando un restyling dei booklet unito, soprattutto, alla rimasterizzazione digitale che rende praticamente nuovi brani conosciutissimi da tutti, non solo dai fan della Regina. Descrivere le tracce come “Somebody To Love”, “Bohemian Rhapsody” o “We Are The Champions” presenti sul primo disco o “A Kind Of Magic”, “Innuendo” o “Radio Ga Ga” dal successivo ha poco senso, un po’ perché entrati di diritto nell’immaginario collettivo e un po’ perché sarebbe difficile aggiungere qualcosa di non detto negli anni. Se pensiamo poi che “Greatest Hits I” è l’album più venduto di sempre nel Regno Unito (una nazione che qualche gruppo rock l’ha sfornato), il gioco è fatto. Insomma, non una mera operazione commerciale, ma un atto dovuto come quello recentemente effettuato sulla discografia dei Beatles. Ascoltare (non su un I-Pod) per credere!

Luca Garrò

Condividi.