[Rock] Bruce Springsteen – The Promise (2010)

/5
http://www.brucespringsteen.net/http://www.columbiarecords.com/ Per i fan del Boss, “Darkness On The Edge Of Town” rimane una delle vette assolute della sua produzione e la “leggenda”, in parte confermata da “Tracks”, che per quelle sessions fossero state composte il triplo delle canzoni è una delle più famose legate al songwriter americano. Lo stesso Springsteen, ad un certo punto



http://www.brucespringsteen.net/
http://www.columbiarecords.com/

Per i fan del Boss, “Darkness On The Edge Of Town” rimane una delle vette assolute della sua produzione e la “leggenda”, in parte confermata da “Tracks”, che per quelle sessions fossero state composte il triplo delle canzoni è una delle più famose legate al songwriter americano. Lo stesso Springsteen, ad un certo punto della propria vita, deve essersi reso conto che tanto ben di dio non potesse andar perso in polverosi archivi e l’ha ripreso in mano per un’operazione che finisce per far impallidire quella analoga, effettuata per “Born To Run”. “The Promise” è il risultato di questo lavoro, anticipato da un clamore mediatico visto in rare occasioni per l’uscita di un cofanetto di questo genere: è vero, esiste anche la versione due dischi con le “sole” tracce inedite, ma il “die hard fan” del Boss nemmeno la vorrà guardare in faccia. Volete mettere avere la replica fedelissima del suo quaderno di appunti dell’epoca, un film documentario stupendo e un concerto del 2009 con l’intero album suonato dal vivo?

Tornando alla musica, l’album non deluderà nessuno, né chi lo ascolta da sempre né quelli che si avvicineranno alla sua musica solo ora: testi intimisti e toccanti che, come ha dichiarato lo stesso artista, sarebbero stati benissimo in una pubblicazione intermedia tra “Born To Run” e lo stesso “Darkness” e tra i quali spiccano la splendida “Someday (We’ll Be Togheter)”, “Wrong Side Of The Street” e “Candy’s Boy” nel primo disco e “An’t Good Enough For You”, la title track e “City Of The Night” nel secondo (pur essendo assolutamente superficiale parlare di sei brani su più di venti). Ora non ci rimane che sperare in un mega tour di promozione: d’altra parte dal ’99 ad oggi è stato difficile non vedere il Boss su un palco per due anni consecutivi…

Luca Garrò

Condividi.