Sick Tamburo AIUTO

Sick Tamburo Aiuto Recensione /5
A circa due anni dall’uscita dell‘omonimo disco di esordio, tornano sulle scene con un nuovo album i Sick Tamburo, band di Gian Maria Accusani ed Elisabetta Imelio, niente di meno che i due terzi dell’indimenticabile gruppo punk rock di Pordenone, Prozac+. Il nuovo lavoro si distanzia dal predecessore per l’incisività dei testi, costruiti grazie ad

A circa due anni dall’uscita dell‘omonimo disco di esordio, tornano sulle scene con un nuovo album i Sick Tamburo, band di Gian Maria Accusani ed Elisabetta Imelio, niente di meno che i due terzi dell’indimenticabile gruppo punk rock di Pordenone, Prozac+.

Il nuovo lavoro si distanzia dal predecessore per l’incisività dei testi, costruiti grazie ad un’accurata scelta di parole in grado di suscitare immagini molto forti, rese ancor più perforanti grazie a riff orecchiabilissimi e supercatchy come quello di “Si Muore Di AIDS Nel 2023“. Più melodico del precedente, con quattro brani cantati da Mr. Man (l’alias utilizzato in questa nuova avventura da Accusani), il disco ruota attorno al conflitto, interno all’uomo, tra il procurarsi il male ed il successivo bisogno di chiedere aiuto, sintetizzato nel titolo “Altamente Irritanti Umane Tecniche Ossessive“. L’alternarsi e l’intrecciarsi delle vocalità di Mr. Man e Boom Girl crea, traccia dopo traccia, una trama interessante e piacevole, una mistura esplosiva che converge a pieno in pezzi come come “La Mia Mano Sola” e “Con Le Tue Mani Sporche“.

Altri episodi degni di nota sono, senz’ombra di dubbio, “Finchè Tu Sei Qua“, l’emotiva “E So Che Sai Che Un Giorno” e “Televisione Pericolosa“. La capacità di creare testi d’impatto totale gioca sicuramente a favore del gruppo, ulteriormente maturato e capace di creare atmosfere a metà tra l’amore ed il veleno, con una (sempre più) disarmante semplicità.

Analizzando con cognizione di causa l’evoluzione, da due anni a questa parte, dei Sick Tamburo si può arrivare a constatare unanimemente che il tutto sia in netto miglioramento, con degli ampi margini per far ancora meglio, ma sicuramente con delle basi solide e con delle aspettative create nei fan da non dimenticarsi (assolutamente) di soddisfare.

Federico Croci

Condividi.