[Ska] Statuto – Elegantemente Rudi (2008)

 /5
  Qualcuna Da Mare – Ghetto – Abbiamo Vinto Il Festival Di San Remo – Piera – Ragazzi Ultrà – Piazza Statuto – Vattene Sceriffo – Saluti Dal Mare – Pugni Chiusi – Solo Tu Solo Tu – L’attimo Fuggente – Se Stiamo In Tre – Neanche Lei – E’ Stato – Sabato Non E’

 

Qualcuna Da Mare – Ghetto – Abbiamo Vinto Il Festival Di San Remo – Piera – Ragazzi Ultrà – Piazza Statuto – Vattene Sceriffo – Saluti Dal Mare – Pugni Chiusi – Solo Tu Solo Tu – L’attimo Fuggente – Se Stiamo In Tre – Neanche Lei – E’ Stato – Sabato Non E’ L’Unica Notte – Un Passo Avanti – Grande – Laura – La Mia Radio – Un Posto Al Sole – Lontana – Invito A Una Festa – Sole Mare – Cos’è? – Come Me – Vita Da Ultrà – Bella Come Sei – I Campiani Siamo Noi – Pazzo – Facci Un Goal – In Fabbrica – Nessuno Come Noi – Mentalità Da Strada – Come Un Pugno Chiuso – Se Tu Se Lei – Vacanze – Qui Non C’è Il Mare – Tu Continuerai – Io Dio – Il Futuro Ci Appartiene

http://www.sonybmg.it
http://www.statuto.it

Gli Statuto festeggiano i loro venticinque anni di carriera e lo fanno in grande stile: riapprodano ad una major, la Sony Bmg e pubblicano un doppio cd antologico (o in alternativa un vinile con 14 pezzi) che farà la gioia sia dei fedelissimi sia di quelli che si affacciano solo ora sul gruppo ska più longevo del nostro paese.
Oltre a mostrarci i momenti migliori del gruppo torinese, compresi rarità ed i primi due singoli “Ghetto” e “Io Dio”, “Elegantemente Rudi” è anche il disco ideale per affrontare la stagione estiva ormai alle porte: basta infatti ascoltare “Qualcuna Da Mare”, il brano inedito della raccolta che dà l’inizio alle danze, per farci andare a cercare il costume da bagno nell’armadio.

Gli Statuto, però, non sono mai stati solo sinonimo di divertimento scanzonato, tanto che, fin dagli esordi, hanno sempre saputo unire tale gioia di vivere ad un marcato impegno politico e sociale. Altro tema ricorrente rimane poi quello del tifo e della passione sportiva, rivendicato sempre e comunque, anche quando mostrare apertamente certe idee poteva risultare molto scomodo. A testimonianza di tale passione il fatto che la raccolta sia dedicata da oSKAr e compagni a Gabriele “Gabbo” Sandri e a Matteo “Bagna” Bagnaresi, che hanno perso la vita in circostanze assurde che nulla dovrebbero avere a che fare con lo sport.

L.G.

Condividi.