[Avant-garde metal] Gonin-Ish – Naishikyo-Sekai (2008)

/5
  [Avant-garde metal] Gonin-Ish – Naishikyo-Sekai (2008) Tokoyami Kairou – Narenohate – Shagan No Tou – Jinbaika – Muge No Hito – Akai Kioku http://www.gonin-ish.com/ http://www.season-of-mist.com/ Non senza difficoltà (e ritardi) siamo riusciti a entrare in possesso del secondo lavoro di questa fenomenale band giapponese. Attenzione però, perché Naishikyo-Sekai, ad oggi ultimo lavoro del gruppo,

 

[Avant-garde metal] Gonin-Ish – Naishikyo-Sekai (2008)

Tokoyami Kairou – Narenohate – Shagan No Tou – Jinbaika – Muge No Hito – Akai Kioku

http://www.gonin-ish.com/
http://www.season-of-mist.com/

Non senza difficoltà (e ritardi) siamo riusciti a entrare in possesso del secondo lavoro di questa fenomenale band giapponese. Attenzione però, perché Naishikyo-Sekai, ad oggi ultimo lavoro del gruppo, altro non è che la ristampa per il mercato europeo di un album pubblicato 3 anni fa solo per il giapponese.

I Gonin-Ish sono un gruppo dedito all’avanguardia che, di primo acchito, nasce dallo stesso humus estremo che ha nutrito gente come Solefald, Arcuturs e soprattutto Unexpect. Gli amici giapponesi hanno però deciso di affrontare la materia con un approccio più metallico progressivo, figlio diretto del lato più romantico e “mooriano” dei Dream Theater (per capirci, quello più verso i Kansas che verso i Rush), arricchito prendendo più di qualcosa dai Cynic e senza abbandonare la perversione tutta nipponica del ricorso, di tanto in tanto, a melodie vocali zuccherosissime…
Sembra un gran casino, anzi… è un gran casino che i nostri riescono a far suonare non solo coerente ma anche assai digeribile, merito congiunto della voce della chitarrista Anoji abilissima nel dosare equamente cantato melodico e scream e dell’uso sapiente delle tastiere di Masashi, principale compositore e leader del gruppo.

I testi sono tutti in lingua, con una certa predilezione per l’incomprensibile giapponese antico, e il gruppo ama suonare dal vivo in abiti tradizionali…ma questi sono solo dettagli, l’importante è la musica e quella è di primissima qualità.

Stefano Di Noi

Condividi.