[Crossover] Waltari – Below Zero (2009)

/5
  Below Zero – I Hear Voices – In The Cradle – Without Lies – Dubbed World – Endless Highway – Syntax Error – My Own Satisfaction – Reasons Why Not To Hate Me – Travel On http://www.waltarimusic.com/http://www.stayheavyrecords.com/ Volete sapere com’è questo disco? Cliccate in alto a destra su “cerca” scrivete “waltari” nel box e

 

Below Zero – I Hear Voices – In The Cradle – Without Lies – Dubbed World – Endless Highway – Syntax Error – My Own Satisfaction – Reasons Why Not To Hate Me – Travel On

http://www.waltarimusic.com/
http://www.stayheavyrecords.com/

Volete sapere com’è questo disco? Cliccate in alto a destra su “cerca” scrivete “waltari” nel box e date l’invio. Fra i vari risultati proposti, prendete la recensione di Release Date del 2007. Sono passati due anni, ma la musica dei Waltari non è cambiata di una virgola. Se è vero che non è possibile cambiare qualcosa che è, per definizione, privo di schemi e libero è anche vero che la qualità del risultato potrebbe non essere all’altezza delle aspettative. I Waltari continuano a giocare con tutto o quasi lo scibile musicale, lo mangiano, lo ingoiano, lo mischiano, lo digeriscono, lo metallizzano, lo impreziosiscono con trovate di pura classe e lo dotano di ritornelli e melodie di quelli che ti si stampano a fuoco sulla lingua. E la qualità? Qui sta il miracolo: Below Zero, pur seguendo la scia di Blood Sample e Release Date alza ancora di più il tiro, con un suono ancora più moderno (i nostri devono aver ascoltato un po’ di Clawfinger recentemente), con Kärtsy Hatakka ritornato a cantare con più grinta senza più fare continuamente il verso a Ozzy e, fondamentalmente, con brani ispiratissimi e perfettamente riusciti.

Che altro dire? Semplicemente che se i nostri tornassero pure a giocare con la tecno di Space Avenue e con l’orchestra di Yeah Yeah Die Die (probabilmente il miglior disco di metal e orchestra mai prodotto, e scusate se è poco) potrebbero scrivere il disco definitivo del XXI secolo. Nel frattempo, se fossi in voi, mi farei un bel regalo di Natale in anticipo.

Stefano Di Noi

Condividi.