[Death Metal] Unleashed – As Yggdrasil Trembles (2010)

/5
http://www.unleashed.se/yggdrasil/index.phphttp://www.nuclearblast.de/ Tornano sulle scene i deathster svedesi Unleashed. Lo fanno da par loro, con un disco dalle tinte oscure e malsane, che sposa alla perfezione il death metal più violento delle origini e i lavori più recenti, maggiormente orientati al viking metal. Gli Unleashed vantano una carriera più che ventennale, e hanno sempre deliziato i


http://www.unleashed.se/yggdrasil/index.php
http://www.nuclearblast.de/

Tornano sulle scene i deathster svedesi Unleashed. Lo fanno da par loro, con un disco dalle tinte oscure e malsane, che sposa alla perfezione il death metal più violento delle origini e i lavori più recenti, maggiormente orientati al viking metal.

Gli Unleashed vantano una carriera più che ventennale, e hanno sempre deliziato i fan del genere con dischi compatti e mai deludenti, restando sempre fedeli al death metal old-school, senza mai perdersi in tecnicismi estremi ma puntando tutto, piuttosto, su pezzi incisivi e diretti e sul loro songwriting eccelso. La band non ha mai guardato in faccia a nessuno ed ha sempre continuato a percorrere la propria strada, inneggiando ai vichinghi e alle loro divinità pagane, inveendo contro tutto e tutti senza pietà alcuna.

“As Yggdrasil Trembles” aggredisce con i suoi riff e i ruggiti del singer Hedlund sin dalla traccia di apertura, “Courage Today, Victory Tomorrow!”, proseguendo poi con gemme oscure e di raffinata violenza quali “Wir Kapitulieren Niemals” e “Return Fire”, fino a toccare il culmine nel finale, semplicemente da lacrime, grazie al tributo ai maestri del genere, i Death del compianto Chuck Schuldiner: il gruppo scandinavo, infatti, coverizza la storica e cattivissima “Evil Dead”, interpretandola in maniera stupenda, facendo si che l’innato fascino aggressivo dell’originale rimanga inalterato pure in questa nuova versione.

Anche questo album, quindi, non deluderà affatto i fan di vecchia data del combo svedese, ma saprà anzi soddisfarne la voglia di violenza sonora senza fronzoli. Consigliatissimo a tutti gli amanti del lato più aggressivo e brutale dell’heavy metal.

Corrado Riva

Condividi.