[Hard Rock] Airbourne – No Guts No Glory (2010)

/5
http://www.airbournerock.com/http://www.roadrunnerrecords.it/ Inutile nascondersi dietro a un dito. Il nuovo Airbourne non ha vie di mezzo: sarà amato oppure ignorato. Amato perché i pezzi potrebbero essere benissimo parte del debutto, ignorato proprio per questo motivo. Il debut appunto, ci colpì tra capo e collo durante uno spettacolo televisivo di wrestling a inizio 2008, gli Airbourne firmarono



http://www.airbournerock.com/
http://www.roadrunnerrecords.it/

Inutile nascondersi dietro a un dito. Il nuovo Airbourne non ha vie di mezzo: sarà amato oppure ignorato. Amato perché i pezzi potrebbero essere benissimo parte del debutto, ignorato proprio per questo motivo.

Il debut appunto, ci colpì tra capo e collo durante uno spettacolo televisivo di wrestling a inizio 2008, gli Airbourne firmarono la theme song dell’evento e a noi venne un mezzo infarto. L’acquisto online dell’allora introvabile (doveva ancora essere ufficialmente pubblicato in Italia e in generale in Europa) “Runnin’ Wild” confermò la validità del gruppo. Due anni praticamente non stop di show dal vivo, hanno permesso ai ragazzi di ampliare a dismisura il proprio seguito, il supporto della Roadrunner li ha fatti crescere anche a livello di vendite e ora è innegabile ammettere che l’hype attorno al loro nuovo cd sia molto elevato.
Ed è altrettanto innegabile che chi vuole gli AC/DC del nuovo millennio, identici e immutabili esattamente come gli originali, troverà pane per i suoi denti. Noi, ingenui, ci saremmo aspettati qualcosa di più spontaneo, di più sanguigno e, perché no, anche qualcosa di più personale. Invece “No Guts No Glory” contiene troppi mid tempos e poche accelerazioni, la solita voce di Joel O’Keefe e una noia che serpeggiava a dire il vero sin dal lancio del singolo “No Way But The Hard Way”.
Passo falso, ma venderà comunque. Sono giovani, speriamo non abbiano già detto tutto…

Piero Lisergi

Condividi.